Casa natale di Galileo Galilei, via Giusti

Casa natale di Galileo Galilei (G. Bettini, Comune di Pisa)
Casa natale di Galileo Galilei (G. Bettini, Comune di Pisa)
Galileo di Vincentio Ghalilei fiorentino e di m.a Giulia sua donna fu batezato a di’ 19 ditto Compari e Chavalieri forno el S.re Pompeo et Messer Haverardo de’ Medici in Chapella di S.to Andrea”. Così riporta l’atto di battesimo di Galileo Galilei conservato all’archivio della Primaziale di Pisa, datato 19 febbraio 1564. Siamo di fronte a Casa Ammannati, la dimora della famiglia materna del grande genio pisano. Giulia Ammannati nacque a Villa Basilica nel 1538, ma si trasferì ben presto a Pisa data l’attività di commerciante di legnami di suo padre, Cosimo Ventura degli Ammannati di Pescia. Aveva tre sorelle Diamante, Dorotea ed Ermellina, e un fratello, Leone. Fu quest’ultimo ad accompagnare Giulia all’altare, essendo ormai deceduto il padre, quando il 5 luglio 1562 andò in sposa a Vincenzo Galilei, qui a Pisa, garantendo una dote di 100 scudi d’oro che servì ai novelli sposi come vitto per un intero anno: dote scutorum centum aurum et pannis et lanis […] expenses victus pro tempore unius annis.
Il mistero delle tre case natali: Fino al 1800 si pensava che Galileo fosse nato presso la parrocchia di Sant’Andrea in Kinzica, o in Fortezza, presso l’attuale Giardino Scotto. Tesi confutata dato che per avere il requisito obbligatorio per nascere in fortezza suo padre, Vincenzo Galilei, avrebbe dovuto essere maestro d’armi, ma sappiamo bene che egli fu mercante e liutaio. La seconda casa natale si trova in Borgo Stretto, casa Bocca, all’angolo con via Mercanti. Fu questa la dimora che Vincenzo prese in affitto pochi mesi prima della nascita del grande scienziato e dove visse con Giulia per dieci anni circa. L’atto di battesimo fa menzione della parrocchia, Sant’Andrea, mentre la casa citata appartiene a quella di San Michele in Borgo. Dagli archivi notarili si è scoperto che la casa degli Ammannati si trovava proprio in via Giusti ed è molto probabile che, rispettando le usanze del tempo, Giulia fosse tornata proprio qui per dare alla luce il suo primogenito, aiutata durante il parto da sua madre Lucrezia e dalle sorelle. Galileo nacque dunque in questa casa il 15 febbraio 1564 e fu battezzato nella vicina Chiesa di Sant’Andrea Foris Porta, dalla casa è possibile vedere il retro, quattro giorni dopo, il 19, alla presenza del Cavaliere di Santo Stefano Jacopo Forno da Modena (Chavalieri forno el S.re Pompeo) e Averardo De’ Medici.

Curiosità: Galileo non fu battezzato il giorno della sua nascita, come da usanza, poiché, data la sua asfissia neonatale, fu necessario attendere un trattamento di insufflazione che lo salvò dal soffocamento.



Ultimo aggiornamento: 17/11/2020
VERDI
70m
Piazza della Repubblica, 5-6
Recapito 050 598947
RANIERI FLAT
80m
Ludovico Coccapani 5
Recapito 3488971629
GEOGLOBE GUEST HOUSE
80m
E. Sighieri, 17 p.1
Recapito 050 543352
A CASA DI BITTA
160m
Mazzini, 90 p.3
Recapito 331 1487006
IODICE G.
50m
Via Palestro, 2
Recapito 050 598806
TRATTORIA ALLA GIORNATA
100m
Via Santa Bibbiana, 11
Recapito 050 542504
IL COLONNINO DI GHILARDUCCI LAURA
100m
Via S. Andrea, 37
Recapito 050 970829
IL FANTASMA DELL'OPERA
120m
Via Palestro, 20
Recapito 050 542402
Maigret sulle Mura
50m
Piazza delle Gondole
12-07-2020
MIGUEL ZENON QUARTET
60m
Teatro Sant'Andrea
22-02-2015
23-02-2015
"Oltre quella porta"
70m
Teatro Sant’Andrea
28-02-2016
NESSIAH
70m
Teatro Sant'Andrea e altri
30-11-2014
14-12-2014