Ponte della Fortezza

Ponte della Fortezza (L. Corevi, Comune di Pisa)
Ponte della Fortezza (L. Corevi, Comune di Pisa)
In origine il ponte di Spina Alba, dall’omonimo quartiere, collegava la chiesa di San Barnaba, oggi scomparsa, alla chiesa di Sant’Andrea in Kinzica, anch’essa scomparsa e della quale è oggi visibile solo la base del campanile (inclinato) all’ingresso del Giardino Scotto. Il ponte fu costruito nel 1260 in legno e pietra e in seguito venne fortificato quando Bonifazio della Gherardesca fece costruire la torre Vittoriosa (presso la scomparsa porta di Spina Alba) a ricordo della vittoria contro Ludovico il Bavaro, torre completamente demolita nel XVIII secolo. All’inizio del ‘400 il ponte venne ricostruito in muratura a quattro arcate e fortificato dai fiorentini che lo unirono al sistema difensivo della Fortezza Nuova, da cui deriva il nome del ponte attuale. Il ponte venne distrutto durante la Seconda Guerra Mondiale.
Il palio di San Ranieri: il palio di Pisa si disputa il 17 giugno, in onore del Santo Patrono. In origine si organizzava per celebrare l’Assunta ed era suddiviso in gare d’Arno e di terra durante le quali venti giovani della città ambivano al palio, dal latino pallium, velo, stoffa. Dopo l’interruzione dovuta alle guerre contro Firenze, il palio riprese in epoca moderna con qualche modifica. Il drappo si esponeva sopra l’antenna di ponte di Mezzo e in Arno, sulla sommità di una chiatta, dove era posta una banderuola, detta fiamma. Le imbarcazioni ammesse dovevano radunarsi attorno all’antenna e poi recarsi al ponte a Mare, oggi della Cittadella, e attendere il segnale di partenza. Dopo circa 1500 metri, avveniva l’abbordaggio della chiatta e il montatore che affiancava l’equipaggio doveva arrampicarsi sull’antenna per conquistare la fiamma. Le imbarcazioni contendenti riprendono l’aspetto delle fregate dell’ordine di Santo Stefano sono di quattro colori diversi per i quattro quartieri storici dentro le mura: verde per Sant’Antonio, rosso per San Martino, giallo per San Francesco e azzurro per Santa Maria. Oggi il palio da conquistare viene posto su un’imbarcazione nei pressi dello scalo dei Renaioli, visibile sotto al ponte della Fortezza a sinistra mentre la partenza è sempre nei pressi del ponte della Cittadella.

Regata delle Repubbliche Marinare: la competizione nacque nel 1955 nell’intento di ricordare i fasti delle quattro Repubbliche di Pisa, Amalfi, Genova e Venezia e si disputò per la prima volta a Pisa nel 1956 sotto la presidenza di Giovanni Gronchi. La Regata è preceduta da un imponente corteo che mostra alcuni personaggi o episodi salienti della storia delle quattro parti contendenti e si svolge ogni anno in una delle quattro città, a rotazione. I galeoni si sfidano su un percorso di due chilometri. Il primo equipaggio a tagliare il traguardo vince il trofeo, un galeone a remi sorretto da quattro ippocampi, in oro e argento, che rimane in possesso della città vincitrice per un anno e poi viene rimesso in palio. Ogni galeone ha un colore e una polena di prua rappresentante un simbolo cittadino: barca rossa e aquila imperiale per Pisa; barca azzurra e cavallo alato per Amalfi; barca bianca e drago di San Giorgio per Genova; barca verde e leone alato di San Marco per Venezia.

Regata storica Pisa-Pavia: è la seconda regata universitaria più antica al mondo, dopo quella di Oxford. La prima edizione fu istituita dal governo fascista nel 1929 per commemorare gli studenti pisani e pavesi che parteciparono alla battaglia di Curtatone il 29 maggio 1848. I due equipaggi si sfidano su una tratta di 1000 metri, devono essere rigorosamente maschili e naturalmente formati da studenti degli atenei. La regata in genere si svolge, alternativamente, a Pisa o a Pavia tra maggio e i primi giorni di giugno.
Ultimo aggiornamento: 17/11/2020
RESIDENCE DOMUS
190m
Via La Tinta, 11-13
Recapito 050 2201404 - 412 - 049
A CASA DI BITTA
210m
Mazzini, 90 p.3
Recapito 331 1487006
TESTAMATTA
250m
Lungarno Mediceo, 16 p.2
Recapito 333 8546761
LANFRANCHI SUITE
260m
Lanfranchi, 8
Recapito 331 1390129
PIZZERIA DA LARA DI QUAGLIERINI LARA
190m
Via Garibaldi Giuseppe, 18
Recapito 050 540241
PIZZAMANIA PANUOZZO MANIA
190m
Via Del Borghetto, 14
Recapito 050 9711765
PIZZERIA GALILEO
220m
Via Sebastiano Silvestri, 10/12
Recapito 050 28287
BABETTE FOOD AND ART CAFE'
230m
Lungarno Mediceo, 15
Recapito 050 9913302