Chiesa di Santa Caterina d'Alessandria

Facciata Chiesa di Santa Caterina (L. Corevi, Comune di Pisa)
Facciata Chiesa di Santa Caterina (L. Corevi, Comune di Pisa)
Tre archi ciechi sorreggono due piani di loggete praticabili dal gusto gotico e al centro spicca il grande rosone, ricostruito nel 1927. La lunetta mostra un mosaico rappresentante la Madonna con Bambino, opera di Vittorio Bagnoli del 1930. Lungo i suoi 90 metri di lunghezza, si scoprono tesori inestimabili, come il sarcofago dell’Arcivescovo Saltarelli (1342), opera di Andrea Pisano (lo stesso autore della Madonna del Latte per la chiesa della Spina, oggi al museo di San Matteo) e il Trionfo di San Tommaso, opera colossale di Francesco Traini (primi anni del Trecento). Segue una piccola cattedra lignea utilizzata da san Tommaso d’Aquino che ci introduce nella zona del transetto, dove si aprono cinque grandi cappelle. Si nota un tentativo di ampliamento della chiesa, cominciato nel 1343, ma interrotto a causa della peste del 1348 (braccio destro del transetto). Oltre la cancellata di ferro si apre la cappella dei Caduti, con la Pietà di Santi di Tito, allievo di Raffaello. Tornando verso l’uscita si trova il Martirio di Santa Caterina di Aurelio Lomi, fratello di Orazio Gentileschi e zio di Artemisia, e il bellissimo sarcofago del 1419 di Gherardo di Bartolomeo di Simone Compagno.

Storia in pillole: fondato nel 1220 dal domenicano Uguccione Sardo, l’edificio fu pressoché concluso nel 1261, ad eccezione della facciata che fu terminata nel XIV secolo. Il tempio viene attribuito alla taglia di Giovanni di Simone, così come il campanile in cotto, forse un prototipo di quello di San Francesco. Del grande chiostro in marmo non rimane niente poiché fu distrutto nel 1785 per aprire il seminario arcivescovile, tutt’ora esistente.

Le cappelle: cinque in totale, la prima è quella dei Venerosi, dove troviamo la Crocifissione trecentesca attribuita a Giovanni di Nicola; la cappella dei Buzzaccherini mostra una copia di un pannello del San Domenico di Francesco Traini, ora al Museo Nazionale di San Matteo. La grande cappella maggiore è dominata dalla vetrata gotica ed introdotta dalle statue dell’Annunciazione di Nino Pisano, figlio di Andrea, della seconda metà del Trecento. Sotto l’altare il sepolcro di Fra Girolamo da Rivalto; segue la cappella Roncioni, con un bel dossale marmoreo con la Madonna e i S.S. Girolamo e Domenico, della taglia di Matteo Civitali; conclude la cappella del SS. Sacramento.

Le vetrate: sono quasi del tutto ricostruite tra il 1922 e il 1924 dalla ditta Zettler di Monaco (restaurate nel 1948 dalla ditta Quentin di Firenze) e ce ne sono 9 sulla parete sinistra della navata centrale e 6 su quella destra, raffiguranti Santi. Spicca fra tutte quella della cappella maggiore con S. Caterina, S. Ranieri, S. Torpé e molti altri.
La nascita degli occhiali in vetro: 'non è ancora venti anni che si trovò l’arte di fare gli occhiali che fanno vedere bene, ch’è una delle migliori arti e delle più necessarie che ‘l mondo abbia, ed è così poco che si trovò: arte novella che mai non fu… io vidi colui, che prima la trovò, e fece e favellaigli'. Con queste parole Fra Giordano da Pisa (o da Rivalto) consacrò la nascita degli occhiali di vetro, divulgandone la notizia in tutti gli ambienti grazie alle sue prediche. Chi fu colui, che prima la trovò? Fu il domenicano pisano Alessandro della Spina che, seguendo gli studi di Seneca, secondo i quali gli oggetti osservati attraverso l’acqua posta in un bicchiere di vetro risultavano ingranditi, creò una struttura in cuoio che teneva insieme due lenti rotonde e si legava dietro la testa. I suoi primi esperimenti furono compiuti proprio all’interno del convento di Santa Caterina.
Ultimo aggiornamento: 01/04/2021
SANTA CATERINA D'ALESSANDRIA
30m
San Zeno, 1
Recapito 050 550250
LAURI LOFT
50m
Santa Caterina, 2
Recapito 349 6111596
RETRO B&B
130m
Santa Caterina, 14 - Pisa
Recapito 320 8174489
DI STEFANO
190m
Via Sant'Apollonia, 35
Recapito 050 553559
OSTERIA LA TOSCANA
170m
Piazzetta Tongiorgi, 1/3
Recapito 050 554557
PIZZERIA MOONLIGHT
190m
V. S. Lorenzo, 52
Recapito 050 564433
PIZZERIA AL BAGNO DI NERONE
190m
Largo Parlascio, 26
Recapito 050 24321
OSTERIA SANTA CATERINA
210m
V. S. Cecilia, 34
Recapito 050 581186
Cabaret Antitesi
20m
Teatro Lux
13-03-2016
CONCERTO IN ONORE DI SAN RANIERI CHIESA DI S. CATERINA
20m
Chiesa di Santa Caterina di Alessandria
15-06-2018
16-06-2018
Messa di Gloria per soli, coro e orchestra di Giacomo Puccini
20m
Chiesa di Santa Caterina d'Alessandria
02-06-2016
PIETAS
20m
Chiesa di Santa Caterina di Alessandria
14-10-2016