Piazza Vittorio Emanuele II

Piazza Vittorio Emanuele II (M. Cerrai, Comune di Pisa)
Piazza Vittorio Emanuele II (M. Cerrai, Comune di Pisa)
La piazza è dominata dalla statua di Vittorio Emanuele II, eseguita da Cesare Zocchi e inaugurata il 22 settembre 1892 alla presenza di re Umberto. Secondo una tradizione locale, densa della tipica ironia pisana, la lunga piuma sull’elmo fu aggiunta per far sembrare la figura più slanciata, viste le rotondità evidenti del sovrano italiano, e proprio da siffatta conformazione fisica nacque il regale soprannome di spiombato. La piazza era attraversata dalle mura medievali e all’interno del parcheggio interrato sono state riportate alla luce il basamento della Porta San Gilio e alcune strutture del ponte levatoio esterno (XII secolo). Dalla Piazza partiva la carraia pontis veteris, oggi Corso Italia, all’inizio del quale vediamo oggi l’edificio della Camera di Commercio di Pisa, o M.A.C.C. (meeting art craft center), progetto del 1952 di Lamberto Bartolucci. Sulla piazza affacciano inoltre: il palazzo delle Poste di Pisa, costruito in stile neogotico nel 1929 da Federigo Severini; l’edificio dell’ex Provincia di Pisa, anch’esso costruito in stile neo-medievale, ma con forme più sobrie, da Federigo Severini nel 1935. Tra i due grandi palazzi sorgeva la barriera daziaria Vittorio Emanuele. Dalla piazza è poi possibile vedere il retro e il campanile della Chiesa di Sant’Antonio Abate, distrutta durante il terribile bombardamento del 31 agosto 1943. La chiesa, fondata nel 1341, fu monastero fino alla prima guerra mondiale, quando venne utilizzata come deposito di grano. Dell’aspetto medievale rimane solo la parte inferiore della facciata, con archi ciechi listellati da fasce di marmo bianco e grigio. Sul lato destro dell’ex monastero si trova Tuttomondo, iconico murale di Keith Haring dipinto nel 1989. Dalla piazza è inoltre visibile la Stazione Ferroviaria di Pisa Centrale, inaugurata nel 1871 e oggi una delle più trafficate d’Italia con quasi venti milioni di passeggeri l’anno.
Vittorio Emanuele II, a cui è intitolata la piazza, ebbe molte storie d’amore fino a quando, all’età di ventisette anni, incontrò l’amore della sua vita. Lui era già sposato, con quattro figli e il quinto in arrivo, quando incontrò la giovane Rosa Vercellana, che tutti chiamavano la Bela Rosin, di soli quattordici anni e per lui fu amore a prima vista. Lei non era nobile come la prima moglie, Maria Adelaide d’Asburgo-Lorena, ma lui la nominò contessa di Mirafiori.
In Piazza Vittorio Emanuele II sono state girate alcune scene del film Imbarco a mezzanotte (1952) di Joseph Losey. Il film è tratto dal racconto La bouteille de lait di Noël Calef ed è stato girato negli studi della Pisorno, ma anche per le strade di Pisa e Livorno, ancora segnate dalla devastazione della guerra che ha lasciato distruzione e povertà. Il protagonista Paul Muni, un uomo disperato, viene scoperto mentre ruba del cibo e prima di scappare uccide la proprietaria del negozio. Mentre è inseguito dalla polizia si unisce a lui Giacomo, un bambino che fugge a sua volta, pensando di essere inseguito per aver rubato una bottiglia di latte.
Ultimo aggiornamento: 17/11/2020
SECONDOPIANO 53
70m
Filippo Turati, 53 p.2?
Recapito 333 2449985
FIVE ROSES BED&BREAKFAST
110m
Corso Italia, 156
Recapito 338 3871673
CHRISTIAN BED & BREAKFAST
120m
Cesare Battisti, 3 - p.4
Recapito 050 501387
B&B SCOTTO
130m
Viale Antonio Gramsci, 14 Galleria A, p.7 int.20
Recapito 346 3408982
CENTRALE DA SPARTACO
70m
Piazza Vittorio Emanuele II, 22
Recapito 050 23335
RISTORANTE LA BUCA DI SAN RANIERI
70m
V. Queirolo, 25
Recapito 050 23213,328 0008121
PIZZERIA LA LUPA GHIOTTA
80m
Vl. Bonaini, 113
Recapito 050 21018
A SPASSO PER PISA
50m
Sant'Antonio
10-04-2015
12-04-2015
Capodanno Cinese
60m
Centro Città
13-02-2016
Scart, il lato bello e utile del rifiuto
70m
Camera di Commercio di Pisa
08-12-2017
Dalla Torre alla Vespa
110m
Piazza Vittorio Emanuele II, 13
30-06-2014