Piazza Chiara Gambacorti e quartiere di Kinzica

Piazza Chiara Gambacorti (Lucarelli, wikimediacommons)
Piazza Chiara Gambacorti (Lucarelli, wikimediacommons)
Piazza Chiara Gambacorti è un angolo molto caro ai pisani, che l’hanno battezzata piazza la Pera, vista la presenza di un cippo etrusco (una copia), all’angolo tra via la pera e via San Martino, utilizzato come protezione dell’angolo in muratura dagli urti delle ruote dei carri. Fino agli anni ’30 del Novecento sorgeva al centro della piazza la chiesa medievale di San Lorenzo in Kinzica, demolita poiché fatiscente. In seguito la piazza si trasformò in un colorato mercato di frutta, verdura e soprattutto fiori e così è rimasto fino agli anni ’90. Questo spazio è stato recentemente riqualificato e oggi è uno dei luoghi di ritrovo più belli e tranquilli della città. Da segnalare un bell’esempio di casa torre del XII secolo, la domus dei Del Bagno, all’angolo con via la pera, che ancora rivela una coppia di eleganti bifore con colonne in marmo.
La zona di Pisa divisa nei quartieri di Sant’Antonio e San Martino (Mezzogiorno, che si contrappone alla zona a nord di Tramontana), era in epoca Alto Medievale il quartiere di ‘Chinzica’. Kinzica è il nome dell’eroina leggendaria che salvò la città, ma esiste anche una spiegazione filologica che spiegherebbe l’origine etimologica del nome del quartiere; il termine potrebbe, infatti, derivare dall’unione della radice germanica quint, che indica corsi d’acqua, ruscelli, incavi, o per estensione 'letto di fiume abbandonato' con la parola araba suq che significa 'mercato'. In tutto il quartiere di Kinzica le strette vie, che corrono perpendicolari da via San Martino e via San Paolo verso il fiume, sono parallele tra loro: è una tipologia urbanistica chiamata 'a pettine'. L’Arno è stato per Pisa il principale canale commerciale durante le epoche antica e repubblicana e la principale fonte di guadagno. Ogni palazzo che vi si affacciava aveva un piccolo scalo al quale arrivavano le merci, provenienti dal mare o dalla valle, che venivano poi caricate su carri e trasportate nel centro del quartiere commerciale per essere trattate e smistate. I vicoli dritti e paralleli tra loro permettevano quindi spostamenti rapidi e facilmente controllabili. Kinzica era definito inoltre il quartiere arabo della città; un quartiere satellite abitato da mercanti provenienti da tutto il mondo, incluso, nel XII secolo, nel perimetro murato cittadino.
Ultimo aggiornamento: 02/04/2021
LA DIMORA
50m
San Bernardo, 22
Recapito 347 0792363
RELAIS CENTROSTORICO 1? piano
70m
Corso Italia, 26 p. 1? int. 2
Recapito 050 45231
VILLA THERESA
90m
Via della Foglia, 13
Recapito 050 49159
WALKING STREET
120m
Corso Italia, 58
Recapito 393 0648737
K.F.CI DI MD FAZLUL KARIM
10m
Piazza Gambacorti, 8
Recapito 050 20557
IL BISTROT
20m
Piazza Chiara Gambacorti, 18
Recapito 050 26360
BENY
30m
Piazza Gambacorti Chiara, 22
Recapito 050 25067
BIRRERIA DAB
40m
Via San Bernardo, 20
Recapito 331 3062021,050 500872
Pisa buskers - festival delle arti pendenti
20m
Piazza Gambacorti
21-09-2017
22-09-2017
POLO
60m
ExWide
27-02-2015
28-02-2015
Marina Mulopulos
60m
ExWide
05-12-2014
06-12-2014