Chiesa di San Michele degli Scalzi

S.michele Scalzi Abside
Abside e campanile - Chiesa S. Michele degli Scalzi (S. Manfrin)

La chiesa di S. Michele è ricordata a partire dal 1025, ma è tra il 1152 e il 1171 che venne riedificata con annesso il monastero che ospitò i benedettini Pulsanesi (definiti anche “scalzi”, da cui la denominazione). Tra il Quattrocento e il Settecento il complesso passò prima alle monache Brigidine, poi ai canonici Agostiniani e infine ai monaci Olivetani. La chiesa fu fortemente danneggiata durante la seconda guerra mondiale e dall’alluvione del 1949, tanto che se ne dovette ricostruire la copertura e il lato destro.
La facciata è spartita da tre ingressi ed è divisa in due ordini: la parte inferiore ha un paramento marmoreo con cinque arcate cieche, sostenute da colonne con capitelli corinzi, all’interno delle quali sono alternati rosoni e losanghe. Nel portale si vedono un Cristo benedicente (originale al Museo di S. Matteo) e le Gerarchie angeliche di inizio Duecento. L’ordine superiore è invece in laterizio e presenta un rosone centrale, frutto di interventi seicenteschi.
Il campanile ha pianta quadrangolare ed è fortemente inclinato per un antico cedimento del terreno. Ha un ordine inferiore con muratura in pietra e uno superiore in laterizio, nel quale si aprono monofore, bifore e trifore. Inoltre, come l’abside, è arricchito dall’inserimento di bacini ceramici (XII-XIII secolo), locali e di importazione mediterranea.
La pianta dell’edificio è a tre navate: quella centrale è formata da due colonnati con capitelli romanici databili all’XI secolo, probabilmente relativi alla chiesa originale. Sulla parete dell’abside è possibile ammirare una croce dipinta di scuola pisano-bizantina della metà del XIII secolo.
Sul lato sinistro è il chiostro del monastero, con duplice ordine di colonne e volte a crociera. Parte di queste strutture alla fine dell’Ottocento furono incluse nella fabbrica di ceramica Richard Ginori, della quale oggi sopravvive solo una grande ciminiera. L’ex monastero, oggi restaurato, è sede del polo culturale SMS.

Testi a cura di: A. Alberti
Ultimo aggiornamento: 26/05/2020
C.S.R. FOOD SAS
110m
Via Cuppari Pietro, 20
Recapito 050 9910478
PIZZERIA LE NINFE
150m
Viale Delle Piagge, 17
Recapito 050 544636,050 544336
Horizonto
40m
Centro Espositivo per le Arti Contemporanee SMS
18-09-2016
Horizonto
40m
spazio SMS
16-09-2016
Clochard
40m
SMSBiblio – Biblioteca Comunale
14-09-2016
RiArtEco 2016
40m
Centro Espositivo SMS
03-05-2016