Statua di Ulisse Dini - Via Ulisse Dini (G. Gattiglia) photogallery Statua di Ulisse Dini - Via Ulisse Dini (G. Gattiglia)

Via Ulisse Dini collega Borgo Stretto a Piazza dei Cavalieri. La strada è intitolata al matematico e senatore pisano (1845-1918) autore dell’omonimo teorema cui è dedicata la statua presso la chiesa di S. Stefano dei Cavalieri.
In età etrusca questo tracciato coincideva con un tratto fluviale sulle cui sponde sorgeva parte dell’abitato cittadino caratterizzato da capanne appartenute ad un ceto sociale elevato. Poco si sa della conformazione del luogo in età romana, quando sembrano essere presenti degli orti legati alla presenza di alcune domus. In età medievale la strada corrispondeva alla via de fabricis, così chiamata per la presenza di numerose officine di fabbri, che qui operavano fin dall’altomedioevo, e collegava la chiesa dei SS. Felice e Regolo (piazza S. Felice di Nola,1) a quella di S. Sebastiano alle Fabbriche Maggiori, che sorgeva pressappoco al posto della chiesa di S. Stefano dei Cavalieri. Dal XII secolo sulla strada si aprivano alcuni edifici privati (case-torri) e pubblici, di cui restano visibili ancora le arcate in pietra. Subito alle spalle degli edifici disposti sul lato nord della strada sorgevano, fino all’inizio del XIV secolo, le officine metallurgiche adibite alla lavorazione del ferro e del bronzo, poi trasferite in aree decentrate per motivi di decoro pubblico.
A partire dal XV-XVI secolo, l’aspetto della via iniziò a cambiare notevolmente, le case-torri medievali furono in parte riunite a formare nuovi edifici, come il Palazzo del Capitano sul lato sud, in parte abbattute e sostituite da orti, poi demoliti, assieme alla chiesa di S. Sebastiano, per la costruzione della nuova chiesa di S. Stefano dei Cavalieri.

Testi a cura della Società storica Pisana - (G. Gattiglia)
Ultimo aggiornamento 18/06/2013
Indirizzo: Via Ulisse Dini, 18, 56126 Pisa
Itinerari collegati: Piazza dei Miracoli
Bibliografia:

F. Anichini, G. Gattiglia, Nuovi dati sulla topografia di Pisa medievale tra X e XVI secolo. Le indagini archeologiche di Piazza Sant’Omobono, Via Uffizi, Via Consoli del Mare e Via Gereschi, in “Archeologia Medievale”, XXXV (2008), pp. 113-142

NELLO STESSO ITINERARIO PIAZZA DEI MIRACOLI

Murale - Keith Haring, Tuttomondo (www.ipernity.com/doc/allanimal/3982665/) Murale - Keith Haring, Tuttomondo (www.ipernity.com/doc/allanimal/3982665/)
Nel 1989, realizzando il murale Tuttomondo sulla parete del convento della chiesa di ...
leggi tutto
Facciata su Via D'Azeglio - Domus Mazziniana (gibellina74) Facciata su Via D'Azeglio - Domus Mazziniana (gibellina74)
La Domus Mazziniana è situata nel palazzo Nathan-Rosselli, dove morì Giuseppe Mazzini ...
leggi tutto
Facciata - Chiesa di S. Domenico (M. Baldassarri) Facciata - Chiesa di S. Domenico (M. Baldassarri)
Il convento fu fondato da Chiara Gambacorti, monaca appartenente a ricca famiglia ...
leggi tutto
Giovanni da Milano (attrib.), particolare dell’Annunciazione, Santa Maria del Carmine (affresco staccato dal chiostro): da M. L. Ceccarelli Lemut e F. Paliaga, La chiesa di S. Maria del Carmine, Pisa, ETS, 2002 Giovanni da Milano (attrib.), particolare dell’Annunciazione, Santa Maria del Carmine (affresco staccato dal chiostro): da M. L. Ceccarelli Lemut e F. Paliaga, La chiesa di S. Maria del Carmine, Pisa, ETS, 2002
La chiesa fu fondata nel 1325 dai frati carmelitani provenienti dalla Terrasanta. ...
leggi tutto
Facciata verso l'Arno - Logge dei Banchi (G. Gattiglia) Facciata verso l'Arno - Logge dei Banchi (G. Gattiglia)
Costruite tra il 1603 e il 1605 per volontà del Granduca di Toscana Ferdinando I ...
leggi tutto
Palaxio nuovo - Palazzo Gambacorti (M. Febbraro) Palaxio nuovo - Palazzo Gambacorti (M. Febbraro)
Palazzo Gambacorti è il frutto di una lunga storia costruttiva iniziata alla metà ...
leggi tutto
Facciata sul Lungarno - Palazzo Mosca (M. Febbraro) Facciata sul Lungarno - Palazzo Mosca (M. Febbraro)
Palazzo Mosca è formato da vari edifici realizzati a partire dalla fine del XII ...
leggi tutto
Palazzo Giuli-Rosselmini-Gualandi (Palazzo Blu) (Saliko, wikimediacommons) Palazzo Giuli-Rosselmini-Gualandi (Palazzo Blu) (Saliko, wikimediacommons)
Palazzo Blu nel Trecento apparteneva ai Dell’Agnello, importante famiglia nella ...
leggi tutto
Ponte di Mezzo (Daderot, wikimediacommons) Ponte di Mezzo (Daderot, wikimediacommons)
Il ponte, risultato della ricostruzione post-bellica (1946-1950), è lungo 89 m ed ha ...
leggi tutto
Walking in the City

Via Ulisse Dini

Statua di Ulisse Dini - Via Ulisse Dini (G. Gattiglia)

Via Ulisse Dini collega Borgo Stretto a Piazza dei Cavalieri. La strada è intitolata al matematico e senatore pisano (1845-1918) autore dell’omonimo teorema cui è dedicata la statua presso la chiesa di S. Stefano dei Cavalieri.
In età etrusca questo tracciato coincideva con un tratto fluviale sulle cui sponde sorgeva parte dell’abitato cittadino caratterizzato da capanne appartenute ad un ceto sociale elevato. Poco si sa della conformazione del luogo in età romana, quando sembrano essere presenti degli orti legati alla presenza di alcune domus. In età medievale la strada corrispondeva alla via de fabricis, così chiamata per la presenza di numerose officine di fabbri, che qui operavano fin dall’altomedioevo, e collegava la chiesa dei SS. Felice e Regolo (piazza S. Felice di Nola,1) a quella di S. Sebastiano alle Fabbriche Maggiori, che sorgeva pressappoco al posto della chiesa di S. Stefano dei Cavalieri. Dal XII secolo sulla strada si aprivano alcuni edifici privati (case-torri) e pubblici, di cui restano visibili ancora le arcate in pietra. Subito alle spalle degli edifici disposti sul lato nord della strada sorgevano, fino all’inizio del XIV secolo, le officine metallurgiche adibite alla lavorazione del ferro e del bronzo, poi trasferite in aree decentrate per motivi di decoro pubblico.
A partire dal XV-XVI secolo, l’aspetto della via iniziò a cambiare notevolmente, le case-torri medievali furono in parte riunite a formare nuovi edifici, come il Palazzo del Capitano sul lato sud, in parte abbattute e sostituite da orti, poi demoliti, assieme alla chiesa di S. Sebastiano, per la costruzione della nuova chiesa di S. Stefano dei Cavalieri.

Indirizzo:
Bibliografia:

F. Anichini, G. Gattiglia, Nuovi dati sulla topografia di Pisa medievale tra X e XVI secolo. Le indagini archeologiche di Piazza Sant’Omobono, Via Uffizi, Via Consoli del Mare e Via Gereschi, in “Archeologia Medievale”, XXXV (2008), pp. 113-142

mappa

INFORMAZIONI UTILI

TipologiaTipologia
ARCHITETTURA URBANA
CondividiCondividi:
Google

Dove mangiare

PIZZERIA IL MONTINO27m

V. Monte, 1 - Pisa
Tel.: 050 598695

LA CLESSIDRA75m

Via Del Castelletto, 30 - Pisa
Tel.: 050 540160

CAGLIOSTRO RISTORANTE - ENOTECA75m

Via Del Castelletto, 26 - Pisa
Tel.: 050 575413

VISUALIZZA TUTTI


Dove dormire

PENSIONATO UNIVERSITARIO SANTA MARTA74m

Via Tavoleria, 7 - Pisa
Tel.: 050 580590 - 3341396
E-mail: pensionatounivs.marta@virgilio.it

AFFITTACAMERE M. GORKIJ DI LAZZERINI LUCA75m

Piazza Giovan Battista Donati, 13 - Pisa
Tel.: 050 580395 - 334 132
E-mail: info@gorkij.it
Sito: www.gorkij.it

RINASCENTE76m

Via del Castelletto, 28 - Pisa
Tel.: 050 580460
E-mail: info@rinascentehotel.com
Sito: www.rinascentehotel.com

VISUALIZZA TUTTI


PROSSIMI EVENTI

EXPLORE SULLA LUNA E OLTRE

DAL 29 MAR AL 21 LUG 2019
Pisa, Palazzo Blu

mostra su Alfred Hitchcock al museo della Grafica

DAL 09 APR AL 01 SET 2019
Pisa, Museo della Grafica

Mostra "resurrectio - tributo ai monti pisani"

DAL 18 MAG AL 08 NOV 2019
Pisa, Meeting Art Craft Center

Marenia non solo mare 2019

DAL 04 GIU AL 30 AGO 2019
Pisa, Tirrenia