Sede del museo - Vecchi Macelli e Museo del Calcolo (G. Gattiglia) photogallery Sede del museo - Vecchi Macelli e Museo del Calcolo (G. Gattiglia)

L’intera area dei Vecchi Macelli comunali è stata ristrutturata nella seconda metà degli anni Novanta dello scorso secolo ed è attualmente sede del Museo degli Strumenti per il Calcolo, una realtà museale che caratterizza la città, su scala nazionale, come polo di grande prestigio per la storia del calcolo automatico e dell’informatica.
Il museo si sviluppa al momento su due edifici, ed ospita una collezione che abbraccia oltre cinquecento anni di storia, tra abachi e addizionatrici, passando per i compassi di proporzione e i regoli calcolatori, fino alle prime calcolatrici ed ai personal computer, seguendo le principali tappe dell’evoluzione degli strumenti per il calcolo.
La collezione si divide in tre sezioni: strumenti scientifici, calcolatori e grandi calcolatori, oltre alla presenza di una ricca collezione archivistica, rappresentata da appunti, manoscritti, epistolari di personaggi come Antonio Pacinotti, Enrico Fermi, Riccardo Felici.
Gli strumenti scientifici esposti coprono un arco di tempo che parte dal XVII secolo, e di ogni strumento si forniscono descrizione, funzionamento, operazioni di restauro eseguite, cenni storici e anche una bibliografia essenziale. Tra i calcolatori compare un compasso geometrico di invenzione galileiana, e probabilmente appartenuto allo scienziato: uno dei primi strumenti in grado di eseguire calcoli matematici e geometrici complessi.
Senza dubbio uno dei pezzi più famosi è la Calcolatrice Elettronica Pisana (CEP): completato nel 1961, è uno dei primi grandi calcolatori costruiti interamente in Italia.

Testi a cura della Società storica Pisana - (G. Gattiglia)
Ultimo aggiornamento 18/06/2013
Indirizzo: Via Nicola Pisano, 27, 56126 Pisa
Itinerari collegati: Lungarni Santa Maria ovest

NELLO STESSO ITINERARIO LUNGARNI

Torre della Cittadella - Cittadella Vecchia (G. Gattiglia) Torre della Cittadella - Cittadella Vecchia (G. Gattiglia)
La zona degli arsenali repubblicani si sviluppò nel corso del XIII secolo come area ...
leggi tutto
Eleonora di Toledo e il figlio Francesco, Bronzino, 1549 circa - Museo Nazionale di Palazzo Reale (D. Tarantino) Eleonora di Toledo e il figlio Francesco, Bronzino, 1549 circa - Museo Nazionale di Palazzo Reale (D. Tarantino)
L’attuale aspetto di Palazzo Reale è frutto degli interventi di ripristino ...
leggi tutto
Piazza Carrara (APT di Pisa) Piazza Carrara (APT di Pisa)
Già Piazza S. ...
leggi tutto
Facciata - Palazzo Lanfreducci detto ‘Alla Giornata’ (Harlock81, wikimediacommons) Facciata - Palazzo Lanfreducci detto ‘Alla Giornata’ (Harlock81, wikimediacommons)
Il palazzo fu costruito per volere del cavaliere di Malta Fra Francesco Lanfreducci ...
leggi tutto
Facciata - Chiesa di S. Maria dei Galletti (www.lakinzica.it) Facciata - Chiesa di S. Maria dei Galletti (www.lakinzica.it)
La chiesa sorge nell’area dove era la chiesa di S. ...
leggi tutto
Scorcio - Piazza Cairoli, o della Berlina (www.toscana4u.net) Scorcio - Piazza Cairoli, o della Berlina (www.toscana4u.net)
La piazza nelle forme attuali fu realizzata all’epoca di Cosimo I de Medici sotto la ...
leggi tutto
Facciata - Chiesa di San Pietro in Vincoli (P. Fisicaro) Facciata - Chiesa di San Pietro in Vincoli (P. Fisicaro)
Nel luogo della romanica chiesa di S. Pietro in Vinculis (detta S. ...
leggi tutto
Palazzo Toscanelli (M. Zampetti) Palazzo Toscanelli (M. Zampetti)
Il primo ad acquistare l’antico edificio fu Bartolomeo Lanfranchi nel 1505. ...
leggi tutto
Ristrutturazione neo gotica - Palazzo Vecchio de’ Medici, Prefettura (M. Zampetti) Ristrutturazione neo gotica - Palazzo Vecchio de’ Medici, Prefettura (M. Zampetti)
L’edificio che si affaccia sul Lungarno Mediceo deriva dallo sviluppo volumetrico di ...
leggi tutto
Museo Nazionale di S. Matteo, il chiostro interno (http://www.pabaac.beniculturali.it) Museo Nazionale di S. Matteo, il chiostro interno (http://www.pabaac.beniculturali.it)
Il museo ha sede negli ambienti dell'antico monastero femminile di S. ...
leggi tutto
Walking in the City

Vecchi Macelli e Museo del Calcolo

Sede del museo - Vecchi Macelli e Museo del Calcolo (G. Gattiglia)

L’intera area dei Vecchi Macelli comunali è stata ristrutturata nella seconda metà degli anni Novanta dello scorso secolo ed è attualmente sede del Museo degli Strumenti per il Calcolo, una realtà museale che caratterizza la città, su scala nazionale, come polo di grande prestigio per la storia del calcolo automatico e dell’informatica.
Il museo si sviluppa al momento su due edifici, ed ospita una collezione che abbraccia oltre cinquecento anni di storia, tra abachi e addizionatrici, passando per i compassi di proporzione e i regoli calcolatori, fino alle prime calcolatrici ed ai personal computer, seguendo le principali tappe dell’evoluzione degli strumenti per il calcolo.
La collezione si divide in tre sezioni: strumenti scientifici, calcolatori e grandi calcolatori, oltre alla presenza di una ricca collezione archivistica, rappresentata da appunti, manoscritti, epistolari di personaggi come Antonio Pacinotti, Enrico Fermi, Riccardo Felici.
Gli strumenti scientifici esposti coprono un arco di tempo che parte dal XVII secolo, e di ogni strumento si forniscono descrizione, funzionamento, operazioni di restauro eseguite, cenni storici e anche una bibliografia essenziale. Tra i calcolatori compare un compasso geometrico di invenzione galileiana, e probabilmente appartenuto allo scienziato: uno dei primi strumenti in grado di eseguire calcoli matematici e geometrici complessi.
Senza dubbio uno dei pezzi più famosi è la Calcolatrice Elettronica Pisana (CEP): completato nel 1961, è uno dei primi grandi calcolatori costruiti interamente in Italia.

Indirizzo:
mappa

INFORMAZIONI UTILI

TipologiaTipologia
MUSEI
Apertura al pubblicoApertura al pubblico
Accessibilità: Aperto con orario prestabilito
Orario: Dal lunedì al venerdì ore 9.00-13.00; inoltre martedì e Venerdì ore 14.30-17.00
Accesso handicap: PARZIALE, Attualmente non ci sono barriere architettoniche, anche se per entrare negli edifici è inevitabile attraversare qualche metro di sterrato. (non sono presenti servizi igienici per diversamente abili)
BigliettoBiglietto
Gratuito per gli accompagnatori di scolaresche. Per visita guidata 4.00 euro. Per laboratori 5.00 euro. Aggiunta di 2.00 euro se si vuole più di una proposta (ad esempio visita guidata + laboratorio).
CondividiCondividi:
Google

Dove mangiare

RISTORANTE VOLTURNO216m

Via Volturno, 23 - Pisa
Tel.: 050 2200293

LA GASTRONOMIA TOSCANA DI BANDECCA NADIA E C SNC268m

Via Gabba Carlo Francesco, 2 - Pisa
Tel.: 050 552072

INDIA365m

Via Roma, 52 - Pisa
Tel.: 050 48513

VISUALIZZA TUTTI


Dove dormire

CASAMIA157m

Via Pietro da Pisa, 13 - Pisa
Tel.: 050 42229

TOWER\'S GARDEN176m

Via Pietro da Pisa , 6 - Pisa
Tel.: 320 1538598
E-mail: giulia_bargagna@yahoo.it
Sito: www.towersgarden.com

MENNUCCI FRANCESCO221m

Via Risorgimento, 20 - Pisa
Tel.: 349 6090935
E-mail: tencopisa@gmail.com

VISUALIZZA TUTTI


PROSSIMI EVENTI

Bosch, Brueghel, Arcimboldo agli Arsenali repubblicani

DAL 17 NOV 2018 AL 26 MAG 2019
Pisa, Arsenali repubblicani

UNA ZOOGRAFIA PER PINOCCHIO DISEGNI DI FILIPPO SASSÒLI 2009-2019

DAL 26 MAR AL 20 MAG 2019
Pisa, Museo della Grafica

EXPLORE SULLA LUNA E OLTRE

DAL 29 MAR AL 21 LUG 2019
Pisa, Palazzo Blu

mostra su Alfred Hitchcock al museo della Grafica

DAL 09 APR AL 01 SET 2019
Pisa, Museo della Grafica