Ponte di Mezzo (Daderot, wikimediacommons) photogallery Ponte di Mezzo (Daderot, wikimediacommons)

Il ponte, lungo 89m, ha una struttura con un’unica campata alta 12,5m, realizzata in cemento armato e rivestita in pietra bianca di Verona. L’attuale aspetto è il risultato della ricostruzione post-bellica dopo il bombardamento alleato su progetto del gruppo Aussant, Bellucci, Salghetti-Drioli, Trinci, Morganti, Bertini (1946-1950), approvato a seguito di un referendum cittadino.
In epoca romana le due sponde dell’Arno erano unite da un ponte posto nei pressi dell’attuale chiesa di S. Cristina lungo la via consolare Aemila Scauri, odierna via S. Martino. L’attraversamento dell’Arno venne trasferito in questo punto probabilmente nell’XI secolo. Questo rimase l’unico ponte, chiamato appunto ponte de Arno, fino al 1183 quando a seguito dell’alluvione del 1179 che distrusse tutti i ponti sull’Arno compreso il ponte pisano, fu deciso di costruire un ponte nuovo in capo a via S. Maria e ricostruire il ponte de Arno, che divenne così il ponte Vecchio. Sul ponte si affastellavano edifici, botteghe e banchetti che sfruttavano la sua funzione centrale nella vita cittadina, lungo la via di comunicazione principale che tagliava da nord a sud la città.
Il ponte venne restaurato nel 1388 per volere di Pietro Gambacorti e crollò nuovamente nel 1637. La ricostruzione portata a termine nel 1660 da Francesco Nave, con la realizzazione di una struttura a tre luci, comportò anche l’abbattimento di una serie di edifici sulle due sponde e la creazione di un nuovo aspetto scenografico con le Logge dei Banchi affacciate direttamente sul fiume.
Dalla seconda metà del XVII secolo il Ponte è sede dell’omonimo Gioco, durante il quale le due contrade pisane (Mezzogiorno e Tramontana) si contendono la conquista del Ponte spingendo un carro fin a quando una delle due squadre non riesce a portarlo nella parte avversaria.

Testi a cura della Società storica Pisana - (G. Gattiglia)
Ultimo aggiornamento 18/06/2013
Indirizzo: Ponte di Mezzo, 1, 56125 Pisa
Itinerari collegati: Piazza dei Miracoli
Bibliografia:

F. Gurrieri, L. Bracci, G. Pedreschi, I ponti sull’Arno dal Falterona al mare, Polistampa, Firenze 1998.

E. Tolaini, Forma Pisarum, Nistri Lischi Editori, Pisa 1992, p. 115.

NELLO STESSO ITINERARIO PIAZZA DEI MIRACOLI

Facciata e ingresso del Museo - Orto Botanico (D. Tarantino) Facciata e ingresso del Museo - Orto Botanico (D. Tarantino)
Realizzato tra il 1543 e il 1544 da Cosimo I de’ Medici e su iniziativa del botanico ...
leggi tutto
Facciata - Chiesa di San Giorgio dei Tedeschi (D. Tarantino) Facciata - Chiesa di San Giorgio dei Tedeschi (D. Tarantino)
La denominazione della chiesa rimanda alla battaglia di Montecatini (1315), durante ...
leggi tutto
Bambino in fasce sopra il portale - Ospizio dei Trovatelli (F. Anichini) Bambino in fasce sopra il portale - Ospizio dei Trovatelli (F. Anichini)
La costruzione dell’Ospizio dei Trovatelli viene fatta risalire al 1315, annesso alla ...
leggi tutto
Battistero di San Giovanni  (Antonio Alberti) Battistero di San Giovanni  (Antonio Alberti)
La fondazione del battistero si data al 1152, ma la sua costruzione ha avuto una ...
leggi tutto
Edificio - Campo Santo Monumentale (A. Alberti) Edificio - Campo Santo Monumentale (A. Alberti)
Il cimitero della Cattedrale fu iniziato nel 1277, per opera di Giovanni di Simone, ...
leggi tutto
Facciata - Cattedrale di Santa Maria (A. Alberti) Facciata - Cattedrale di Santa Maria (A. Alberti)
La prima attestazione della cattedrale risale al 748, anche se la prima attestazione ...
leggi tutto
La torre pendente (A. Alberti) La torre pendente (A. Alberti)
Il 9 agosto 1173 iniziarono i lavori di fondazione della torre campanaria della ...
leggi tutto
Interno - Museo delle Sinopie (Joanbanjo, wikimediacommons) Interno - Museo delle Sinopie (Joanbanjo, wikimediacommons)
Il museo ha sede nell’antico Spedale Nuovo, sorto come pellegrinaio a opera di ...
leggi tutto
Chiostro con loggiato interno - Museo dell'Opera del Duomo (www.toscanissima.com) Chiostro con loggiato interno - Museo dell'Opera del Duomo (www.toscanissima.com)
L’edificio fu abitazione dei canonici, attestati fin dal IX secolo. ...
leggi tutto
Domus romana - Scavi archeologici in Piazza del Duomo (A. Alberti) Domus romana - Scavi archeologici in Piazza del Duomo (A. Alberti)
Piazza del Duomo è stata oggetto, negli ultimi settanta anni, di numerose campagne di ...
leggi tutto
Walking in the City

Ponte di Mezzo

Ponte di Mezzo (Daderot, wikimediacommons)

Il ponte, lungo 89m, ha una struttura con un’unica campata alta 12,5m, realizzata in cemento armato e rivestita in pietra bianca di Verona. L’attuale aspetto è il risultato della ricostruzione post-bellica dopo il bombardamento alleato su progetto del gruppo Aussant, Bellucci, Salghetti-Drioli, Trinci, Morganti, Bertini (1946-1950), approvato a seguito di un referendum cittadino.
In epoca romana le due sponde dell’Arno erano unite da un ponte posto nei pressi dell’attuale chiesa di S. Cristina lungo la via consolare Aemila Scauri, odierna via S. Martino. L’attraversamento dell’Arno venne trasferito in questo punto probabilmente nell’XI secolo. Questo rimase l’unico ponte, chiamato appunto ponte de Arno, fino al 1183 quando a seguito dell’alluvione del 1179 che distrusse tutti i ponti sull’Arno compreso il ponte pisano, fu deciso di costruire un ponte nuovo in capo a via S. Maria e ricostruire il ponte de Arno, che divenne così il ponte Vecchio. Sul ponte si affastellavano edifici, botteghe e banchetti che sfruttavano la sua funzione centrale nella vita cittadina, lungo la via di comunicazione principale che tagliava da nord a sud la città.
Il ponte venne restaurato nel 1388 per volere di Pietro Gambacorti e crollò nuovamente nel 1637. La ricostruzione portata a termine nel 1660 da Francesco Nave, con la realizzazione di una struttura a tre luci, comportò anche l’abbattimento di una serie di edifici sulle due sponde e la creazione di un nuovo aspetto scenografico con le Logge dei Banchi affacciate direttamente sul fiume.
Dalla seconda metà del XVII secolo il Ponte è sede dell’omonimo Gioco, durante il quale le due contrade pisane (Mezzogiorno e Tramontana) si contendono la conquista del Ponte spingendo un carro fin a quando una delle due squadre non riesce a portarlo nella parte avversaria.

Indirizzo:
Bibliografia:

F. Gurrieri, L. Bracci, G. Pedreschi, I ponti sull’Arno dal Falterona al mare, Polistampa, Firenze 1998.

E. Tolaini, Forma Pisarum, Nistri Lischi Editori, Pisa 1992, p. 115.

mappa

INFORMAZIONI UTILI

TipologiaTipologia
ARCHITETTURA URBANA
CondividiCondividi:
Google

Dove mangiare

BENEDETTI ALESSANDRO79m

Via Dellʼ Aeroporto, 43 - Pisa
Tel.: 050 502268

PISAKECH DI ROMBOLI MARIA & C. SAS79m

Via Pisano Andrea, 71 - Pisa
Tel.: 050 532318

JACS DI ALBERTO MINCHIELLI E GIULIO TADDEI SNC79m

Piazza Del Pozzetto, 5 - Pisa
Tel.: 050 9914672

VISUALIZZA TUTTI


Dove dormire

PONTE DI MEZZO60m

Piazza Garibaldi, 12 - Pisa
Tel.: 349 0880688
E-mail: info@pontedimezzo.com
Sito: www.pontedimezzo.com

LE DONZELLE DI VETTOVAGLIE B & B75m

Vicolo delle Donzelle, 3 - Pisa
Tel.: 329 8026760
E-mail: niccolain@hotmail.com
Sito: www.bbledonzelle.com

ROYAL VICTORIA HOTEL88m

Lungarno Antonio Pacinotti, 12 - Pisa
Tel.: 050 940111
E-mail: post@royalvictoria.it
Sito: www.royalvictoria.it

VISUALIZZA TUTTI


PROSSIMI EVENTI

Museo storico delle Aviotruppe

IL 09 OTT 2019
Pisa, Centro Addestramento Paracadutismo

Mostra sul Futurismo a Palazzo Blu

DAL 22 OTT 2019 AL 09 FEB 2020
Pisa, palazzo blu

Natale di stelle 2019

DAL 08 DIC 2019 AL 06 GEN 2020
Pisa, centro città

"Da Balla a Dalla" - Capodanno 2020

IL 31 DIC 2019
Pisa, centro città