Battistero di San Giovanni  (Antonio Alberti) photogallery Battistero di San Giovanni (Antonio Alberti)

La fondazione del battistero si data al 1152, ma la sua costruzione ha avuto una durata di oltre due secoli. La prima fase di edificazione, fino alla sommità degli archi del primo ordine, fu diretta dall’architetto Diotisalvi. Dagli inizi del XIII secolo fu invece Guidetto che si occupò delle decorazioni delle porte e dei muri fino alla copertura della navata anulare. A partire dal 1260 Nicola Pisano intervenne sul perimetrale, portandolo fino all’altezza degli archetti della galleria esterna. Fu invece Giovanni Pisano che aggiunse i sovrastanti timpani. Dopo una lunga interruzione i lavori ripresero nel pieno Trecento con il coronamento del matroneo e l’edificazione della copertura.
L’edificio, a pianta circolare, presenta all’esterno un primo ordine con una serie di arcate cieche a tutto sesto scandite da colonne addossate, entro le quali sono aperte monofore e quattro porte. Al di sopra è un corridoio di colonne archivoltate con una ricca decorazione scultorea entro timpani. Le lacune in questo ciclo figurativo sono dovute al trasferimento delle statue nel vicino Museo dell’Opera del Duomo. Gli stessi archi recano sulle imposte protomi umane eseguite da Nicola Pisano e dalla sua bottega a partire dal 1265.
Sopra l’ultima fascia di paramento in marmo si innesta la cupola, scandita in basso da una teoria di edicole marmoree sormontate da una coppia di pennacchi e da un frontespizio triangolare. Sulla sommità è posta una statua in rame dorato raffigurante S. Giovanni, eseguita nel 1395 da Turino di Sano da Siena.
Il portale rivolto verso la Cattedrale fu decorato intorno al 1203-1204 da scultori di cultura greco-bizantina; il ciclo è introdotto da due colonne laterali decorate e girali vegetali.

Testi a cura della Società storica Pisana - (A. Alberti)
Ultimo aggiornamento 18/06/2013
Indirizzo: Piazza del Duomo, 9, 56126 Pisa
Itinerari collegati: Piazza dei Miracoli
Bibliografia:

F. Paliaga, S. Renzoni, Chiese di Pisa, Pisa 2005, pp. 87-91
A. Garzelli, Il fonte del battistero di Pisa. Cavalli, arieti e grifi alle soglie di Nicola Pisano, Pacini Editore, Pisa, 2002.

NELLO STESSO ITINERARIO PIAZZA DEI MIRACOLI

Palaxio nuovo - Palazzo Gambacorti (M. Febbraro) Palaxio nuovo - Palazzo Gambacorti (M. Febbraro)
Palazzo Gambacorti è il frutto di una lunga storia costruttiva iniziata alla metà ...
leggi tutto
Facciata sul Lungarno - Palazzo Mosca (M. Febbraro) Facciata sul Lungarno - Palazzo Mosca (M. Febbraro)
Palazzo Mosca è formato da vari edifici realizzati a partire dalla fine del XII ...
leggi tutto
Palazzo Giuli-Rosselmini-Gualandi (Palazzo Blu) (Saliko, wikimediacommons) Palazzo Giuli-Rosselmini-Gualandi (Palazzo Blu) (Saliko, wikimediacommons)
Palazzo Blu nel Trecento apparteneva ai Dell’Agnello, importante famiglia nella ...
leggi tutto
Ponte di Mezzo (Daderot, wikimediacommons) Ponte di Mezzo (Daderot, wikimediacommons)
Il ponte, risultato della ricostruzione post-bellica (1946-1950), è lungo 89 m ed ha ...
leggi tutto
Vista dall'alto - Piazza Garibaldi (www.tabaccheria21.net) Vista dall'alto - Piazza Garibaldi (www.tabaccheria21.net)
La piazza è delimitata da edifici storici, che hanno caratterizzato la vita culturale ...
leggi tutto
Facciata, su piazza Garibaldi - Casino dei nobili (A. Sobrero) Facciata, su piazza Garibaldi - Casino dei nobili (A. Sobrero)
In lingua toscana il termine “casino” almeno dal XVI secolo stava ad indicare un ...
leggi tutto
Facciata - Chiesa di San Michele in Borgo (Lucarelli, wikimediacommons) Facciata - Chiesa di San Michele in Borgo (Lucarelli, wikimediacommons)
La chiesa e l’annesso monastero sono citati per la prima volta nel 1016 come ...
leggi tutto
Capitelli - Ex chiesa SS. Felice e Regolo (F. Anichini) Capitelli - Ex chiesa SS. Felice e Regolo (F. Anichini)
Il palazzetto neogotico che si affaccia su via Ulisse Dini conserva i resti della ...
leggi tutto
Statua di Ulisse Dini - Via Ulisse Dini (G. Gattiglia) Statua di Ulisse Dini - Via Ulisse Dini (G. Gattiglia)
La strada è intitolata al matematico e senatore pisano (1845-1918), cui è dedicata la ...
leggi tutto
Walking in the City

Piazza del Duomo - Battistero di San Giovanni

Battistero di San Giovanni  (Antonio Alberti)

La fondazione del battistero si data al 1152, ma la sua costruzione ha avuto una durata di oltre due secoli. La prima fase di edificazione, fino alla sommità degli archi del primo ordine, fu diretta dall’architetto Diotisalvi. Dagli inizi del XIII secolo fu invece Guidetto che si occupò delle decorazioni delle porte e dei muri fino alla copertura della navata anulare. A partire dal 1260 Nicola Pisano intervenne sul perimetrale, portandolo fino all’altezza degli archetti della galleria esterna. Fu invece Giovanni Pisano che aggiunse i sovrastanti timpani. Dopo una lunga interruzione i lavori ripresero nel pieno Trecento con il coronamento del matroneo e l’edificazione della copertura.
L’edificio, a pianta circolare, presenta all’esterno un primo ordine con una serie di arcate cieche a tutto sesto scandite da colonne addossate, entro le quali sono aperte monofore e quattro porte. Al di sopra è un corridoio di colonne archivoltate con una ricca decorazione scultorea entro timpani. Le lacune in questo ciclo figurativo sono dovute al trasferimento delle statue nel vicino Museo dell’Opera del Duomo. Gli stessi archi recano sulle imposte protomi umane eseguite da Nicola Pisano e dalla sua bottega a partire dal 1265.
Sopra l’ultima fascia di paramento in marmo si innesta la cupola, scandita in basso da una teoria di edicole marmoree sormontate da una coppia di pennacchi e da un frontespizio triangolare. Sulla sommità è posta una statua in rame dorato raffigurante S. Giovanni, eseguita nel 1395 da Turino di Sano da Siena.
Il portale rivolto verso la Cattedrale fu decorato intorno al 1203-1204 da scultori di cultura greco-bizantina; il ciclo è introdotto da due colonne laterali decorate e girali vegetali.

Indirizzo:
Bibliografia:

F. Paliaga, S. Renzoni, Chiese di Pisa, Pisa 2005, pp. 87-91
A. Garzelli, Il fonte del battistero di Pisa. Cavalli, arieti e grifi alle soglie di Nicola Pisano, Pacini Editore, Pisa, 2002.

mappa

INFORMAZIONI UTILI

TipologiaTipologia
LUOGHI DI CULTO
Apertura al pubblicoApertura al pubblico
Per consultare gli orari di apertura clicca qui http://www.opapisa.it/orario
BigliettoBiglietto
Prezzo: 5,00 €; 7,00 € cumulativo con altro ingresso a uno dei monumenti della Piazza; 8,00 € cumulativo con altri due ingressi a due monumenti della Piazza. Per conoscere tutte le riduzioni clicca sul link http://www.opapisa.it/informazioni/riduzioni-e-gratuita/
CondividiCondividi:
Google

Dove mangiare

SUBWAY156m

Piazza Arcivescovado, 3, 56126 Pisa PI - Pisa
Tel.: 0508312134

DUOMO RISTORANTE - PIZZERIA170m

Via Roma, 70 - Pisa
Tel.: 050 552275,050 562352

LEANING TOWER DI CIOFFI ALFONSO E C. SNC170m

Via Roma, 70 - Pisa
Tel.: 011 5504905

VISUALIZZA TUTTI


Dove dormire

RELAIS I MIRACOLI181m

Via Santa Maria, 187 - Pisa
Tel.: 050 560572
E-mail: info@relaisimiracoli.it
Sito: www.relaisimiracoli.it

HOTEL GIARDINO TOWER INN199m

Piazza Daniele Manin, 1 - Pisa
Tel.: 050 560771
E-mail: info@hotelilgiardino.pisa.it
Sito: www.hotelilgiardino.pisa.it

4 ROOMS BED AND BREAKFAST209m

Via Bonanno Pisano, 74 - Pisa
Tel.: 050 9911019
E-mail: info@4roomspisa.it
Sito: www.4roomspisa.it

VISUALIZZA TUTTI


PROSSIMI EVENTI

Museo storico delle Aviotruppe

IL 09 OTT 2019
Pisa, Centro Addestramento Paracadutismo

Mostra "Il Ritmo dello Spazio"

DAL 12 OTT AL 08 DIC 2019
Pisa, Museo della Grafica - Palazzo Lanfranchi

Mostra sul Futurismo a Palazzo Blu

DAL 22 OTT 2019 AL 09 FEB 2020
Pisa, palazzo blu

Pisa Vintage alla stazione Leopolda

DAL 16 NOV AL 17 NOV 2019
Pisa, Stazione leopolda