Prospetto su piazza dei Cavalieri - Palazzo dell’orologio (G. Gattiglia) photogallery Prospetto su piazza dei Cavalieri - Palazzo dell’orologio (G. Gattiglia)

Il palazzo dell'Orologio si affaccia su piazza dei Cavalieri e sorge su un’area abitata a partire dall’età etrusca, come hanno evidenziato alcuni ritrovamenti archeologici. Il palazzo è il risultato dell’accorpamento di due distinte strutture medievali avvenuto nel XVII secolo, nel quadro della risistemazione urbanistica della piazza, e di una serie di modifiche che si sono avvicendate fino al XX secolo, trasformandolo nell’edificio attuale.
A sinistra sorgeva una casa-torre divenuta all’inizio del XIV secolo il Palazzo del Capitano del Popolo e a destra, collegata da un passaggio sopraelevato, sorgeva una torre detta "della Muda" perché durante il periodo della muta (muda) delle penne vi venivano rinchiuse le aquile allevate dal comune di Pisa, simbolo della potenza cittadina.
La torre di proprietà della famiglia Gualandi divenne poi sede del carcere detto della Fame o delle sette vie, nel quale nel 1288 trovò la morte il conte Ugolino della Gherardesca, celebrato da Dante nel XXXIII canto dell'Inferno. Nel Cinquecento, il complesso fu trasformato in infermeria e chiamato del Buonuomo, dal nome della carica che la dirigeva.
Nel 1605-1608 il palazzo assunse la sua forma unitaria: venne ricostruita la porzione destra inglobando la torre della Fame e i due edifici furono collegati da un cavalcavia. La facciata fu decorata con affreschi che celebravano il buongoverno mediceo con le allegorie, in gran parte perdute, della Pace, della Terra, dell’Abbondanza, dell’Intelligenza, della Gloria e dei Paesi. Nel 1696 fu collocata la torretta campanaria e fino al 1804 il palazzo servì da residenza per i cavalieri anziani e da infermeria. Nel 1919 fu acquistato dal conte della Gherardesca e venne nuovamente restaurato, con l'aggiunta della quadrifora neogotica sul lato sinistro della facciata.

Testi a cura della Società storica Pisana - (G. Gattiglia)
Ultimo aggiornamento 18/06/2013
Indirizzo: Piazza dei Cavalieri, 4, 56126 Pisa
Itinerari collegati: Piazza dei Miracoli
Bibliografia:

E. Karwacka Codini, Piazza dei cavalieri. Urbanistica e architettura dal Medioevo al Novecento, Cassa di Risparmio di Firenze, Firenze 1989, pp. 163-186.
R. Ciuti, Pisa Medicea. Itinerario Storico Artistico tra Cinque e Seicento, Felici Editore, Pisa 2003, pp. 54-56.

NELLO STESSO ITINERARIO PIAZZA DEI MIRACOLI

Palaxio nuovo - Palazzo Gambacorti (M. Febbraro) Palaxio nuovo - Palazzo Gambacorti (M. Febbraro)
Palazzo Gambacorti è il frutto di una lunga storia costruttiva iniziata alla metà ...
leggi tutto
Facciata sul Lungarno - Palazzo Mosca (M. Febbraro) Facciata sul Lungarno - Palazzo Mosca (M. Febbraro)
Palazzo Mosca è formato da vari edifici realizzati a partire dalla fine del XII ...
leggi tutto
Palazzo Giuli-Rosselmini-Gualandi (Palazzo Blu) (Saliko, wikimediacommons) Palazzo Giuli-Rosselmini-Gualandi (Palazzo Blu) (Saliko, wikimediacommons)
Palazzo Blu nel Trecento apparteneva ai Dell’Agnello, importante famiglia nella ...
leggi tutto
Ponte di Mezzo (Daderot, wikimediacommons) Ponte di Mezzo (Daderot, wikimediacommons)
Il ponte, risultato della ricostruzione post-bellica (1946-1950), è lungo 89 m ed ha ...
leggi tutto
Vista dall'alto - Piazza Garibaldi (www.tabaccheria21.net) Vista dall'alto - Piazza Garibaldi (www.tabaccheria21.net)
La piazza è delimitata da edifici storici, che hanno caratterizzato la vita culturale ...
leggi tutto
Facciata, su piazza Garibaldi - Casino dei nobili (A. Sobrero) Facciata, su piazza Garibaldi - Casino dei nobili (A. Sobrero)
In lingua toscana il termine “casino” almeno dal XVI secolo stava ad indicare un ...
leggi tutto
Facciata - Chiesa di San Michele in Borgo (Lucarelli, wikimediacommons) Facciata - Chiesa di San Michele in Borgo (Lucarelli, wikimediacommons)
La chiesa e l’annesso monastero sono citati per la prima volta nel 1016 come ...
leggi tutto
Capitelli - Ex chiesa SS. Felice e Regolo (F. Anichini) Capitelli - Ex chiesa SS. Felice e Regolo (F. Anichini)
Il palazzetto neogotico che si affaccia su via Ulisse Dini conserva i resti della ...
leggi tutto
Statua di Ulisse Dini - Via Ulisse Dini (G. Gattiglia) Statua di Ulisse Dini - Via Ulisse Dini (G. Gattiglia)
La strada è intitolata al matematico e senatore pisano (1845-1918), cui è dedicata la ...
leggi tutto
Walking in the City

Piazza dei Cavalieri: Palazzo dell’Orologio

Prospetto su piazza dei Cavalieri - Palazzo dell’orologio (G. Gattiglia)

Il palazzo dell'Orologio si affaccia su piazza dei Cavalieri e sorge su un’area abitata a partire dall’età etrusca, come hanno evidenziato alcuni ritrovamenti archeologici. Il palazzo è il risultato dell’accorpamento di due distinte strutture medievali avvenuto nel XVII secolo, nel quadro della risistemazione urbanistica della piazza, e di una serie di modifiche che si sono avvicendate fino al XX secolo, trasformandolo nell’edificio attuale.
A sinistra sorgeva una casa-torre divenuta all’inizio del XIV secolo il Palazzo del Capitano del Popolo e a destra, collegata da un passaggio sopraelevato, sorgeva una torre detta "della Muda" perché durante il periodo della muta (muda) delle penne vi venivano rinchiuse le aquile allevate dal comune di Pisa, simbolo della potenza cittadina.
La torre di proprietà della famiglia Gualandi divenne poi sede del carcere detto della Fame o delle sette vie, nel quale nel 1288 trovò la morte il conte Ugolino della Gherardesca, celebrato da Dante nel XXXIII canto dell'Inferno. Nel Cinquecento, il complesso fu trasformato in infermeria e chiamato del Buonuomo, dal nome della carica che la dirigeva.
Nel 1605-1608 il palazzo assunse la sua forma unitaria: venne ricostruita la porzione destra inglobando la torre della Fame e i due edifici furono collegati da un cavalcavia. La facciata fu decorata con affreschi che celebravano il buongoverno mediceo con le allegorie, in gran parte perdute, della Pace, della Terra, dell’Abbondanza, dell’Intelligenza, della Gloria e dei Paesi. Nel 1696 fu collocata la torretta campanaria e fino al 1804 il palazzo servì da residenza per i cavalieri anziani e da infermeria. Nel 1919 fu acquistato dal conte della Gherardesca e venne nuovamente restaurato, con l'aggiunta della quadrifora neogotica sul lato sinistro della facciata.

Indirizzo:
Bibliografia:

E. Karwacka Codini, Piazza dei cavalieri. Urbanistica e architettura dal Medioevo al Novecento, Cassa di Risparmio di Firenze, Firenze 1989, pp. 163-186.
R. Ciuti, Pisa Medicea. Itinerario Storico Artistico tra Cinque e Seicento, Felici Editore, Pisa 2003, pp. 54-56.

mappa

INFORMAZIONI UTILI

TipologiaTipologia
EDIFICI STORICI
CondividiCondividi:
Google

Dove mangiare

LA SOSTA DEI CAVALIERI87m

Via San Frediano, 3 - Pisa
Tel.: 050 9912410

SILVESTRO SAS DI SILVESTRINI CARLO & C.88m

Via Uguccione Della Faggiola, 1 - Pisa
Tel.: 050 556179

RISTORANTE OSTERIA DEI CAVALIERI98m

Via S. Frediano, 16 - Pisa
Tel.: 050 581259,050 580858

VISUALIZZA TUTTI


Dove dormire

CASA SAN DOMENICO86m

Via Uguccione della Faggiola, 26 - Pisa
Tel.: 050 561858
E-mail: casasandomenico@yahoo.it

PENS. SUORE FRANCESCANE OSP. S. CHIARA86m

Via della Faggiola, 27 - Pisa
Tel.: 050 561814
E-mail: istitutofrancescane@alice.it

B&B I BOTTAI143m

via San Frediano 5 - Pisa
Tel.: +39 3737580007
E-mail: info@ibottai.it

VISUALIZZA TUTTI


PROSSIMI EVENTI

EXPLORE SULLA LUNA E OLTRE

DAL 29 MAR AL 21 LUG 2019
Pisa, Palazzo Blu

mostra su Alfred Hitchcock al museo della Grafica

DAL 09 APR AL 01 SET 2019
Pisa, Museo della Grafica

Mostra "resurrectio - tributo ai monti pisani"

DAL 18 MAG AL 08 NOV 2019
Pisa, Meeting Art Craft Center

Marenia non solo mare 2019

DAL 04 GIU AL 30 AGO 2019
Pisa, Tirrenia