Statua - Piazza dei Cavalieri (D. Tarantino) photogallery Statua - Piazza dei Cavalieri (D. Tarantino)

Piazza dei Cavalieri è frutto di una vasta opera di risistemazione urbana voluta da Cosimo I nel 1558 ed affidata a Giorgio Vasari, che mosse a regolarizzare gli edifici affacciati sulla piazza, eretti secondo le sue parole in confusione e disordine, procedendo spesso all’accorpamento dei preesistenti edifici medievali.
Sulla piazza si affacciano il palazzo della Carovana (1562-64), la chiesa di S. Stefano dei Cavalieri (1565-69), il palazzo della Canonica (1566), il palazzo del Consiglio dei Dodici (1603), il palazzo Puteano (1594-98), la chiesa di S. Rocco (1575), il palazzo dell’Orologio (1605-8), mentre al centro si trova la statua di Cosimo I (1596) di Pietro Francavilla.
L’area fu nel corso del medioevo il centro politico e amministrativo della città. Nell’altomedioevo fu sede del gastaldo, il funzionario longobardo che amministrava la città, e di numerosi opifici siderurgici, tanto che dall’XI secolo la zona era chiamata “fabbriche maggiori” per la numerosa presenza di fabbri, attivi fino alla fine del XIII secolo.
I fabbri rappresentavano una potente classe imprenditoriale, con il più alto numero di addetti tra tutti i lavoratori, essendo la loro attività legata alla cantieristica navale, all’edilizia, alla produzione di armi e di oggetti di uso comune. Nel basso medioevo al centro dell’attuale piazza ne sorgeva una più piccola conosciuta come piazza delle Sette Vie, dal numero delle strade che vi adducevano, sulla quale nel 1254 venne costruito, riunendo alcuni edifici preesistenti, il Palazzo del Popolo e degli Anziani (oggi palazzo della Carovana).
Già nel Trecento si procedette ad una serie di espropri e demolizioni finalizzati alla realizzazione di una grande piazza chiamata Platea Pisani Populi, presso la quale si svolgevano anche le esecuzioni capitali.

Testi a cura della Società storica Pisana - (G. Gattiglia, M. Zampetti)
Ultimo aggiornamento 18/06/2013
Indirizzo: Piazza dei Cavalieri, 4, 56126 Pisa
Itinerari collegati: Piazza dei Miracoli Santa Maria est
Bibliografia:

S. Bruni, E. Abela, G. Berti (a cura di), Ricerche di archeologia medievale a Pisa. 1. Piazza dei Cavalieri: la campagna di scavo 1993, All'Insegna del Giglio, Firenze 2000.

NELLO STESSO ITINERARIO PIAZZA DEI MIRACOLI

Murale - Keith Haring, Tuttomondo (www.ipernity.com/doc/allanimal/3982665/) Murale - Keith Haring, Tuttomondo (www.ipernity.com/doc/allanimal/3982665/)
Nel 1989, realizzando il murale Tuttomondo sulla parete del convento della chiesa di ...
leggi tutto
Facciata su Via D'Azeglio - Domus Mazziniana (gibellina74) Facciata su Via D'Azeglio - Domus Mazziniana (gibellina74)
La Domus Mazziniana è situata nel palazzo Nathan-Rosselli, dove morì Giuseppe Mazzini ...
leggi tutto
Facciata - Chiesa di S. Domenico (M. Baldassarri) Facciata - Chiesa di S. Domenico (M. Baldassarri)
Il convento fu fondato da Chiara Gambacorti, monaca appartenente a ricca famiglia ...
leggi tutto
Giovanni da Milano (attrib.), particolare dell’Annunciazione, Santa Maria del Carmine (affresco staccato dal chiostro): da M. L. Ceccarelli Lemut e F. Paliaga, La chiesa di S. Maria del Carmine, Pisa, ETS, 2002 Giovanni da Milano (attrib.), particolare dell’Annunciazione, Santa Maria del Carmine (affresco staccato dal chiostro): da M. L. Ceccarelli Lemut e F. Paliaga, La chiesa di S. Maria del Carmine, Pisa, ETS, 2002
La chiesa fu fondata nel 1325 dai frati carmelitani provenienti dalla Terrasanta. ...
leggi tutto
Facciata verso l'Arno - Logge dei Banchi (G. Gattiglia) Facciata verso l'Arno - Logge dei Banchi (G. Gattiglia)
Costruite tra il 1603 e il 1605 per volontà del Granduca di Toscana Ferdinando I ...
leggi tutto
Palaxio nuovo - Palazzo Gambacorti (M. Febbraro) Palaxio nuovo - Palazzo Gambacorti (M. Febbraro)
Palazzo Gambacorti è il frutto di una lunga storia costruttiva iniziata alla metà ...
leggi tutto
Facciata sul Lungarno - Palazzo Mosca (M. Febbraro) Facciata sul Lungarno - Palazzo Mosca (M. Febbraro)
Palazzo Mosca è formato da vari edifici realizzati a partire dalla fine del XII ...
leggi tutto
Palazzo Giuli-Rosselmini-Gualandi (Palazzo Blu) (Saliko, wikimediacommons) Palazzo Giuli-Rosselmini-Gualandi (Palazzo Blu) (Saliko, wikimediacommons)
Palazzo Blu nel Trecento apparteneva ai Dell’Agnello, importante famiglia nella ...
leggi tutto
Ponte di Mezzo (Daderot, wikimediacommons) Ponte di Mezzo (Daderot, wikimediacommons)
Il ponte, risultato della ricostruzione post-bellica (1946-1950), è lungo 89 m ed ha ...
leggi tutto
Walking in the City

Piazza dei Cavalieri

Statua - Piazza dei Cavalieri (D. Tarantino)

Piazza dei Cavalieri è frutto di una vasta opera di risistemazione urbana voluta da Cosimo I nel 1558 ed affidata a Giorgio Vasari, che mosse a regolarizzare gli edifici affacciati sulla piazza, eretti secondo le sue parole in confusione e disordine, procedendo spesso all’accorpamento dei preesistenti edifici medievali.
Sulla piazza si affacciano il palazzo della Carovana (1562-64), la chiesa di S. Stefano dei Cavalieri (1565-69), il palazzo della Canonica (1566), il palazzo del Consiglio dei Dodici (1603), il palazzo Puteano (1594-98), la chiesa di S. Rocco (1575), il palazzo dell’Orologio (1605-8), mentre al centro si trova la statua di Cosimo I (1596) di Pietro Francavilla.
L’area fu nel corso del medioevo il centro politico e amministrativo della città. Nell’altomedioevo fu sede del gastaldo, il funzionario longobardo che amministrava la città, e di numerosi opifici siderurgici, tanto che dall’XI secolo la zona era chiamata “fabbriche maggiori” per la numerosa presenza di fabbri, attivi fino alla fine del XIII secolo.
I fabbri rappresentavano una potente classe imprenditoriale, con il più alto numero di addetti tra tutti i lavoratori, essendo la loro attività legata alla cantieristica navale, all’edilizia, alla produzione di armi e di oggetti di uso comune. Nel basso medioevo al centro dell’attuale piazza ne sorgeva una più piccola conosciuta come piazza delle Sette Vie, dal numero delle strade che vi adducevano, sulla quale nel 1254 venne costruito, riunendo alcuni edifici preesistenti, il Palazzo del Popolo e degli Anziani (oggi palazzo della Carovana).
Già nel Trecento si procedette ad una serie di espropri e demolizioni finalizzati alla realizzazione di una grande piazza chiamata Platea Pisani Populi, presso la quale si svolgevano anche le esecuzioni capitali.

Indirizzo:
Bibliografia:

S. Bruni, E. Abela, G. Berti (a cura di), Ricerche di archeologia medievale a Pisa. 1. Piazza dei Cavalieri: la campagna di scavo 1993, All'Insegna del Giglio, Firenze 2000.

mappa

INFORMAZIONI UTILI

TipologiaTipologia
ARCHITETTURA URBANA
CondividiCondividi:
Google

Dove mangiare

LA SOSTA DEI CAVALIERI62m

Via San Frediano, 3 - Pisa
Tel.: 050 9912410

RISTORANTE OSTERIA DEI CAVALIERI72m

Via S. Frediano, 16 - Pisa
Tel.: 050 581259,050 580858

LA TOSCANA105m

Via San Frediano, 10 - Pisa
Tel.: 050 969052

VISUALIZZA TUTTI


Dove dormire

CASA SAN DOMENICO108m

Via Uguccione della Faggiola, 26 - Pisa
Tel.: 050 561858
E-mail: casasandomenico@yahoo.it

PENS. SUORE FRANCESCANE OSP. S. CHIARA108m

Via della Faggiola, 27 - Pisa
Tel.: 050 561814
E-mail: istitutofrancescane@alice.it

B&B I BOTTAI117m

via San Frediano 5 - Pisa
Tel.: +39 3737580007
E-mail: info@ibottai.it

VISUALIZZA TUTTI


PROSSIMI EVENTI

EXPLORE SULLA LUNA E OLTRE

DAL 29 MAR AL 21 LUG 2019
Pisa, Palazzo Blu

mostra su Alfred Hitchcock al museo della Grafica

DAL 09 APR AL 01 SET 2019
Pisa, Museo della Grafica

Mostra "resurrectio - tributo ai monti pisani"

DAL 18 MAG AL 08 NOV 2019
Pisa, Meeting Art Craft Center

I colori della prosperità: frutti del vecchio e nuovo mondo

DAL 04 GIU AL 30 GIU 2019
Pisa, Museo della Grafica