Facciata - Chiesa di San Sisto in Cortevecchia (A. Alberti) photogallery Facciata - Chiesa di San Sisto in Cortevecchia (A. Alberti)

La chiesa di S. Sisto fu edificata in Cortevecchia nel 1087, all’indomani della conquista dell’emporio tunisino di Al Mahdiya. Il 6 agosto, in onore del santo, si festeggiano le vittorie militari della Repubblica Pisana, spesso avvenute in quella data. Il toponimo Cortevecchia invece ricorda la presenza in quell’area del centro politico della città altomedievale, quando vi doveva risiedere il gastaldo (ufficiale regio) longobardo.
La chiesa ha mantenuto fondamentalmente il suo aspetto medievale, anche se ha subito molteplici restauri intorno alla metà del Quattrocento, all’inizio del XVII secolo e ancora negli anni sessanta del Settecento.
La facciata è tripartita, con profilo decorato ad archetti ciechi e bacini ceramici sopratutto di importazione dall’area islamica occidentale; in basso sono tre porte e al centro una bifora di recente inserimento. Il fianco sinistro mantiene invece l’aspetto originale, con muratura in piccole bozze di calcare, alla cui sommità si trova lo stesso sistema decorativo della facciata. L’interno è a tre navate, divise da colonne di granito e marmo cipollino con capitelli anche antichi reimpiegati nella fabbrica medievale. Due frammenti di imbarcazione, un timone e un albero (XIV-XV secolo), addossati agli angoli della controfacciata, ricordano il ruolo avuto dalla chiesa sotto il patronato del Comune di Pisa. La funzione anche civica dell’edificio religioso è sottolineata anche dalla presenza in questa stessa posizione dei gonfaloni dei quattro quartieri di Pisa.
Il campanile, posizionato sul retro della chiesa, ha il basamento in pietra e il fusto in laterizi, decorazione ad archetti ciechi associati a bacini ceramici e copertura a cuspide.

Testi a cura della Società storica Pisana - (A. Alberti)
Ultimo aggiornamento 18/06/2013
Indirizzo: Piazza Francesco Buonamici, 2-3, 56126 Pisa
Itinerari collegati: Piazza dei Miracoli Santa Maria est
Bibliografia:

F. Paliaga, S. Renzoni, Chiese di Pisa. Guida alla conoscenza del patrimonio artistico, ETS, Pisa 2005, pp. 138-140.

G. Garzella, Pisa come’era, Liguori, Napoli 1990, p. 62.

NELLO STESSO ITINERARIO PIAZZA DEI MIRACOLI

Palaxio nuovo - Palazzo Gambacorti (M. Febbraro) Palaxio nuovo - Palazzo Gambacorti (M. Febbraro)
Palazzo Gambacorti è il frutto di una lunga storia costruttiva iniziata alla metà ...
leggi tutto
Facciata sul Lungarno - Palazzo Mosca (M. Febbraro) Facciata sul Lungarno - Palazzo Mosca (M. Febbraro)
Palazzo Mosca è formato da vari edifici realizzati a partire dalla fine del XII ...
leggi tutto
Palazzo Giuli-Rosselmini-Gualandi (Palazzo Blu) (Saliko, wikimediacommons) Palazzo Giuli-Rosselmini-Gualandi (Palazzo Blu) (Saliko, wikimediacommons)
Palazzo Blu nel Trecento apparteneva ai Dell’Agnello, importante famiglia nella ...
leggi tutto
Ponte di Mezzo (Daderot, wikimediacommons) Ponte di Mezzo (Daderot, wikimediacommons)
Il ponte, risultato della ricostruzione post-bellica (1946-1950), è lungo 89 m ed ha ...
leggi tutto
Vista dall'alto - Piazza Garibaldi (www.tabaccheria21.net) Vista dall'alto - Piazza Garibaldi (www.tabaccheria21.net)
La piazza è delimitata da edifici storici, che hanno caratterizzato la vita culturale ...
leggi tutto
Facciata, su piazza Garibaldi - Casino dei nobili (A. Sobrero) Facciata, su piazza Garibaldi - Casino dei nobili (A. Sobrero)
In lingua toscana il termine “casino” almeno dal XVI secolo stava ad indicare un ...
leggi tutto
Facciata - Chiesa di San Michele in Borgo (Lucarelli, wikimediacommons) Facciata - Chiesa di San Michele in Borgo (Lucarelli, wikimediacommons)
La chiesa e l’annesso monastero sono citati per la prima volta nel 1016 come ...
leggi tutto
Capitelli - Ex chiesa SS. Felice e Regolo (F. Anichini) Capitelli - Ex chiesa SS. Felice e Regolo (F. Anichini)
Il palazzetto neogotico che si affaccia su via Ulisse Dini conserva i resti della ...
leggi tutto
Statua di Ulisse Dini - Via Ulisse Dini (G. Gattiglia) Statua di Ulisse Dini - Via Ulisse Dini (G. Gattiglia)
La strada è intitolata al matematico e senatore pisano (1845-1918), cui è dedicata la ...
leggi tutto
Walking in the City

Chiesa di San Sisto in Cortevecchia

Facciata - Chiesa di San Sisto in Cortevecchia (A. Alberti)

La chiesa di S. Sisto fu edificata in Cortevecchia nel 1087, all’indomani della conquista dell’emporio tunisino di Al Mahdiya. Il 6 agosto, in onore del santo, si festeggiano le vittorie militari della Repubblica Pisana, spesso avvenute in quella data. Il toponimo Cortevecchia invece ricorda la presenza in quell’area del centro politico della città altomedievale, quando vi doveva risiedere il gastaldo (ufficiale regio) longobardo.
La chiesa ha mantenuto fondamentalmente il suo aspetto medievale, anche se ha subito molteplici restauri intorno alla metà del Quattrocento, all’inizio del XVII secolo e ancora negli anni sessanta del Settecento.
La facciata è tripartita, con profilo decorato ad archetti ciechi e bacini ceramici sopratutto di importazione dall’area islamica occidentale; in basso sono tre porte e al centro una bifora di recente inserimento. Il fianco sinistro mantiene invece l’aspetto originale, con muratura in piccole bozze di calcare, alla cui sommità si trova lo stesso sistema decorativo della facciata. L’interno è a tre navate, divise da colonne di granito e marmo cipollino con capitelli anche antichi reimpiegati nella fabbrica medievale. Due frammenti di imbarcazione, un timone e un albero (XIV-XV secolo), addossati agli angoli della controfacciata, ricordano il ruolo avuto dalla chiesa sotto il patronato del Comune di Pisa. La funzione anche civica dell’edificio religioso è sottolineata anche dalla presenza in questa stessa posizione dei gonfaloni dei quattro quartieri di Pisa.
Il campanile, posizionato sul retro della chiesa, ha il basamento in pietra e il fusto in laterizi, decorazione ad archetti ciechi associati a bacini ceramici e copertura a cuspide.

Indirizzo:
Bibliografia:

F. Paliaga, S. Renzoni, Chiese di Pisa. Guida alla conoscenza del patrimonio artistico, ETS, Pisa 2005, pp. 138-140.

G. Garzella, Pisa come’era, Liguori, Napoli 1990, p. 62.

mappa

INFORMAZIONI UTILI

TipologiaTipologia
LUOGHI DI CULTO
CondividiCondividi:
Google

Dove mangiare

SILVESTRO SAS DI SILVESTRINI CARLO & C.39m

Via Uguccione Della Faggiola, 1 - Pisa
Tel.: 050 556179

RISTORANTE OSTERIA DEI MILLE91m

Via Dei Mille, 32 - Pisa
Tel.: 050 556263

LA SOSTA DEI CAVALIERI105m

Via San Frediano, 3 - Pisa
Tel.: 050 9912410

VISUALIZZA TUTTI


Dove dormire

CASA SAN DOMENICO53m

Via Uguccione della Faggiola, 26 - Pisa
Tel.: 050 561858
E-mail: casasandomenico@yahoo.it

PENS. SUORE FRANCESCANE OSP. S. CHIARA53m

Via della Faggiola, 27 - Pisa
Tel.: 050 561814
E-mail: istitutofrancescane@alice.it

IL TOSCANO B&B115m

Piazza Arcivescovado, 13 - 2°p. - Pisa
Tel.: 393 9921728
E-mail: nicola@iltoscanobnb.it

VISUALIZZA TUTTI


PROSSIMI EVENTI

Bosch, Brueghel, Arcimboldo agli Arsenali repubblicani

DAL 17 NOV 2018 AL 26 MAG 2019
Pisa, Arsenali repubblicani

UNA ZOOGRAFIA PER PINOCCHIO DISEGNI DI FILIPPO SASSÒLI 2009-2019

DAL 26 MAR AL 20 MAG 2019
Pisa, Museo della Grafica

EXPLORE SULLA LUNA E OLTRE

DAL 29 MAR AL 21 LUG 2019
Pisa, Palazzo Blu

mostra su Alfred Hitchcock al museo della Grafica

DAL 09 APR AL 01 SET 2019
Pisa, Museo della Grafica