Facciata - Chiesa di S. Silvestro (Lucarelli, wikimediacommons) photogallery Facciata - Chiesa di S. Silvestro (Lucarelli, wikimediacommons)

La chiesa fu fondata intorno al 1118 dai monaci benedettini di Montecassino che ne tennero il possesso fino al 1270, quando divenne prioria. Nel 1331 passò alle monache domenicane che nel 1336 occuparono una parte della chiesa per svolgervi le loro funzioni.
La facciata, di gusto rococò, fu realizzata nel 1770-72 da Giuseppe Vaccà, su disegno di Antonio Francesco Quarantotti; alle estremità del secondo ordine vi sono due statue raffiguranti S. Domenico e S. Silvestro coeve alla facciata. Invece l’architrave romanica con Storie di Costantino e papa Silvestro che si trovava sul portale centrale della facciata oggi si conserva presso il Museo di S. Matteo.
L’abside, ancora nel suo aspetto medievale, è formata da arcate cieche e archetti pensili, ed accoglieva bacini ceramici del XII secolo ora sostituiti da copie (gli originali si trovano sempre nel Museo di S. Matteo).
Sul fianco sinistro si innalza il campanile in laterizi di forma quadrangolare con cella campanaria aperta da bifore.
Nel 1782 il monastero divenne un Conservatorio per fanciulle nobili. Nell’Ottocento venne affidato prima all’ordine di S. Francesco di Sales, poi al Ministero dell’Interno che lo destinò a vari usi (carcere, casa dello studente, laboratorio di restauro). All’interno, il soffitto ligneo intagliato e dorato risale al Seicento e reca nove tele dipinte da Aurelio Lomi, raffiguranti, al centro, la Resurrezione e negli scomparti i Quattro Evangelisti, S. Caterina davanti al tiranno, Papa Silvestro che incorona l’imperatore Costantino, i SS. Domenico, Pietro e Paolo, l’Adorazione dei Magi. Dalla chiesa provengono alcuni dipinti medievali pervenuti in musei italiani e stranieri, tra cui il celebre dossale con Santa Caterina e storie (Museo di S. Matteo) che secondo la leggenda apparve nel 1235 sulle acque dell’Arno e fu recuperato dal priore di S. Silvestro.

Testi a cura della Società storica Pisana - (C. Balbarini)
Ultimo aggiornamento 18/06/2013
Indirizzo: Piazza San Silvestro, 11, 56124 Pisa
Itinerari collegati: Lungarni
Bibliografia:

F. Paliaga, S. Renzoni, Chiese di Pisa. Guida alla conoscenza del patrimonio artistico, ETS, Pisa 2005, pp. 76-78.

NELLO STESSO ITINERARIO LUNGARNI

Struttura - SMS, Centro Espositivo San Michele degli Scalzi (Gnoix, wikimediacommons) Struttura - SMS, Centro Espositivo San Michele degli Scalzi (Gnoix, wikimediacommons)
Realizzato nell’area dell’ex stabilimento Richard Ginori e recuperando l’ex monastero ...
leggi tutto
Giardino Scotto (F. Anichini) Giardino Scotto (F. Anichini)
Le fonti archeologiche attestano l’area già insediata in epoca romana. ...
leggi tutto
Facciata - Palazzo Lanfranchi (G. Gattiglia) Facciata - Palazzo Lanfranchi (G. Gattiglia)
Il palazzo prende nome dalla famiglia dei Lanfranchi, casata dell’aristocrazia ...
leggi tutto
Interno - Chiesa S. Sepolcro (Tango7174) Interno - Chiesa S. Sepolcro (Tango7174)
L’edificio, illuminato da monofore e costruito in pietra locale, ha pianta ottagonale ...
leggi tutto
Torre dell'orologio - Palazzo Pretorio (G. Gattiglia) Torre dell'orologio - Palazzo Pretorio (G. Gattiglia)
L’opera di rinnovamento edilizio che prevedeva il superamento dell’aspetto medievale ...
leggi tutto
Facciata sul Lungarno - Palazzo Mosca (M. Febbraro) Facciata sul Lungarno - Palazzo Mosca (M. Febbraro)
Palazzo Mosca è formato da vari edifici realizzati a partire dalla fine del XII ...
leggi tutto
Palazzo Giuli-Rosselmini-Gualandi (Palazzo Blu) (Saliko, wikimediacommons) Palazzo Giuli-Rosselmini-Gualandi (Palazzo Blu) (Saliko, wikimediacommons)
Palazzo Blu nel Trecento apparteneva ai Dell’Agnello, importante famiglia nella ...
leggi tutto
Esterno - Chiesa di Santa Maria della Spina (M. Baldassarri) Esterno - Chiesa di Santa Maria della Spina (M. Baldassarri)
La chiesa assunse la denominazione attuale in seguito alla donazione della Spina ...
leggi tutto
Facciata - Ex Monastero delle Benedettine (F. Anichini) Facciata - Ex Monastero delle Benedettine (F. Anichini)
Il complesso, costituito da chiesa e monastero, fu edificato per le monache ...
leggi tutto
Walking in the City

Chiesa di San Silvestro

Facciata - Chiesa di S. Silvestro (Lucarelli, wikimediacommons)

La chiesa fu fondata intorno al 1118 dai monaci benedettini di Montecassino che ne tennero il possesso fino al 1270, quando divenne prioria. Nel 1331 passò alle monache domenicane che nel 1336 occuparono una parte della chiesa per svolgervi le loro funzioni.
La facciata, di gusto rococò, fu realizzata nel 1770-72 da Giuseppe Vaccà, su disegno di Antonio Francesco Quarantotti; alle estremità del secondo ordine vi sono due statue raffiguranti S. Domenico e S. Silvestro coeve alla facciata. Invece l’architrave romanica con Storie di Costantino e papa Silvestro che si trovava sul portale centrale della facciata oggi si conserva presso il Museo di S. Matteo.
L’abside, ancora nel suo aspetto medievale, è formata da arcate cieche e archetti pensili, ed accoglieva bacini ceramici del XII secolo ora sostituiti da copie (gli originali si trovano sempre nel Museo di S. Matteo).
Sul fianco sinistro si innalza il campanile in laterizi di forma quadrangolare con cella campanaria aperta da bifore.
Nel 1782 il monastero divenne un Conservatorio per fanciulle nobili. Nell’Ottocento venne affidato prima all’ordine di S. Francesco di Sales, poi al Ministero dell’Interno che lo destinò a vari usi (carcere, casa dello studente, laboratorio di restauro). All’interno, il soffitto ligneo intagliato e dorato risale al Seicento e reca nove tele dipinte da Aurelio Lomi, raffiguranti, al centro, la Resurrezione e negli scomparti i Quattro Evangelisti, S. Caterina davanti al tiranno, Papa Silvestro che incorona l’imperatore Costantino, i SS. Domenico, Pietro e Paolo, l’Adorazione dei Magi. Dalla chiesa provengono alcuni dipinti medievali pervenuti in musei italiani e stranieri, tra cui il celebre dossale con Santa Caterina e storie (Museo di S. Matteo) che secondo la leggenda apparve nel 1235 sulle acque dell’Arno e fu recuperato dal priore di S. Silvestro.

Indirizzo:
Bibliografia:

F. Paliaga, S. Renzoni, Chiese di Pisa. Guida alla conoscenza del patrimonio artistico, ETS, Pisa 2005, pp. 76-78.

mappa

INFORMAZIONI UTILI

TipologiaTipologia
LUOGHI DI CULTO
CondividiCondividi:
Google

Dove mangiare

PIZZERIA DA LARA DI QUAGLIERINI LARA70m

Via Garibaldi Giuseppe, 18 - Pisa
Tel.: 050 540241

PIZZAMANIA PANUOZZO MANIA190m

Via Del Borghetto, 14 - Pisa
Tel.: 050 9711765

LA TAVERNA DEGLI AMICI247m

Via Del Borghetto, 39 - Pisa
Tel.: 050 571467

VISUALIZZA TUTTI


Dove dormire

ON THE RIVER107m

Lungarno Bruno Buozzi, 2 - Pisa
Tel.: 329 2018893 - 327 12
E-mail: bbontheriver@gmail.com
Sito: www.bbontheriver.it

B & B SAN MICHELE333m

Via Cosimo Ridolfi, 24 - Pisa
Tel.: 050 570267
E-mail: info@bedandbreakfastsanmichele.com
Sito: www.bedandbreakfastsanmichele.com

RESIDENCE DOMUS335m

Via La Tinta, 11-13 - Pisa
Tel.: 050 2201404 - 412 -
E-mail: info@residencedomus.it
Sito: www.residencedomus.it

VISUALIZZA TUTTI


PROSSIMI EVENTI

Mostra "resurrectio - tributo ai monti pisani"

DAL 18 MAG AL 08 NOV 2019
Pisa, Meeting Art Craft Center

Mostra "Gipi. Storie d'artista" a Palazzo Blu

DAL 30 LUG AL 13 OTT 2019
Pisa, Palazzo Blu

"Archetipi spirituali" di Anna Chromy

DAL 20 SET AL 10 NOV 2019
Pisa, centro città

Bright 2019 - la notte dei ricercatori

IL 27 SET 2019
Pisa, centro città