Facciata - Chiesa di San Paolo a Ripa d’Arno (saliko, wikimediacommons) photogallery Facciata - Chiesa di San Paolo a Ripa d’Arno (saliko, wikimediacommons)

Ricordata come già esistente nel 1032, la chiesa con annesso monastero passò ai monaci vallombrosani intorno agli anni 1090-1092. Si ricordano varie fasi costruttive, una delle quali, databile alla metà del XII secolo, comportò la ristrutturazione del presbiterio, riconsacrato nel 1148.
Intanto si procedeva a completare la facciata secondo il modello di quella rainaldesca della Cattedrale, dandole una struttura a due spioventi, con lesene, archi ciechi e tarsie marmoree e tre ordini di logge. I rivestimenti marmorei del prospetto nord e del braccio laterale sinistro sono assegnabili alla metà del XIII secolo, mentre la facciata fu completata soltanto nel XIV secolo.
Gli ambienti monastici erano composti da due chiostri: una addossato al lato meridionale della chiesa e l’altro posto dietro l’abside, nei pressi della cappella di S. Agata; entrambi, danneggiati dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, furono demoliti con il campanile.
Dal 1409 il monastero fu dato in commenda, e nel 1565 passò all’Ordine di S. Stefano, sotto il patronato della famiglia Grifoni. La chiesa e l’intero complesso subirono dei restauri nel 1615 e alla metà del XVIII secolo. Nel 1798, soppresso l’Ordine di S. Stefano, la chiesa fu eretta in parrocchia e nel 1853, subì radicali restauri che portarono all’eliminazione degli altari laterali e dell’intonaco, dandole l’aspetto attuale.
Dalla ricca decorazione pittorica murale, cui partecipò nei primi anni del XIV secolo Buonamico Buffalmacco, resta solo un lacerto sul pilastro a sinistra con i Santi Bartolomeo e Francesco. La chiesa conserva anche un sarcofago romano che conteneva le spoglie del giuriconsulto pisano Burgundio (1194) ed una Madonna col Bambino e santi di Turino Vanni (XIV secolo).

 

La Chiesa è attualmente chiusa per lavori di restauro.

Testi a cura della Società storica Pisana - (D. Stiaffini)
Ultimo aggiornamento 18/06/2013
Indirizzo: Piazza San Paolo a Ripa D'Arno, 9, 56125 Pisa
Itinerari collegati: Sant'Antonio Lungarni
Bibliografia:

D. Stiaffini, La chiesa e il monastero di S. Paolo a ripa d’Arno di Pisa, in “Rivista dell’Istituto nazionale d’archeologia e storia dell’arte”, III, s.a., VI-VII, 1983-84, pp. 237-284.
F. Paliaga, S. Renzoni, Chiese di Pisa. Guida alla conoscenza del patrimonio artistico, ETS, Pisa 2005, pp. 29-31.

NELLO STESSO ITINERARIO SANT'ANTONIO

Facciata su Via D'Azeglio - Domus Mazziniana (gibellina74) Facciata su Via D'Azeglio - Domus Mazziniana (gibellina74)
La Domus Mazziniana è situata nel palazzo Nathan-Rosselli, dove morì Giuseppe Mazzini ...
leggi tutto
Il cosiddetto “sostegno” all’imbocco del Canale dei navicelli (Dnax, wikimediacommons) Il cosiddetto “sostegno” all’imbocco del Canale dei navicelli (Dnax, wikimediacommons)
Per collegare il porto di Livorno con Firenze attraverso l’Arno, durante il regno di ...
leggi tutto
Ingresso - Cappella di Sant'Agata (M. Febbraro) Ingresso - Cappella di Sant'Agata (M. Febbraro)
La prima attestazione della cappella risale al 1132. ...
leggi tutto
Facciata - Ex Monastero delle Benedettine (F. Anichini) Facciata - Ex Monastero delle Benedettine (F. Anichini)
Il complesso, costituito da chiesa e monastero, fu edificato per le monache ...
leggi tutto
Esterno - Chiesa di Santa Maria della Spina (M. Baldassarri) Esterno - Chiesa di Santa Maria della Spina (M. Baldassarri)
La chiesa assunse la denominazione attuale in seguito alla donazione della Spina ...
leggi tutto
Palazzo Giuli-Rosselmini-Gualandi (Palazzo Blu) (Saliko, wikimediacommons) Palazzo Giuli-Rosselmini-Gualandi (Palazzo Blu) (Saliko, wikimediacommons)
Palazzo Blu nel Trecento apparteneva ai Dell’Agnello, importante famiglia nella ...
leggi tutto
Facciata sul Lungarno - Palazzo Mosca (M. Febbraro) Facciata sul Lungarno - Palazzo Mosca (M. Febbraro)
Palazzo Mosca è formato da vari edifici realizzati a partire dalla fine del XII ...
leggi tutto
I resti di due case-torri emersi con gli scavi archeologici - Via Pietro Toselli (M. Baldassarri) I resti di due case-torri emersi con gli scavi archeologici - Via Pietro Toselli (M. Baldassarri)
In collegamento con via S. Martino, ha inizio via P. Toselli. ...
leggi tutto
Walking in the City

Chiesa di San Paolo a Ripa d’Arno

Facciata - Chiesa di San Paolo a Ripa d’Arno (saliko, wikimediacommons)

Ricordata come già esistente nel 1032, la chiesa con annesso monastero passò ai monaci vallombrosani intorno agli anni 1090-1092. Si ricordano varie fasi costruttive, una delle quali, databile alla metà del XII secolo, comportò la ristrutturazione del presbiterio, riconsacrato nel 1148.
Intanto si procedeva a completare la facciata secondo il modello di quella rainaldesca della Cattedrale, dandole una struttura a due spioventi, con lesene, archi ciechi e tarsie marmoree e tre ordini di logge. I rivestimenti marmorei del prospetto nord e del braccio laterale sinistro sono assegnabili alla metà del XIII secolo, mentre la facciata fu completata soltanto nel XIV secolo.
Gli ambienti monastici erano composti da due chiostri: una addossato al lato meridionale della chiesa e l’altro posto dietro l’abside, nei pressi della cappella di S. Agata; entrambi, danneggiati dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, furono demoliti con il campanile.
Dal 1409 il monastero fu dato in commenda, e nel 1565 passò all’Ordine di S. Stefano, sotto il patronato della famiglia Grifoni. La chiesa e l’intero complesso subirono dei restauri nel 1615 e alla metà del XVIII secolo. Nel 1798, soppresso l’Ordine di S. Stefano, la chiesa fu eretta in parrocchia e nel 1853, subì radicali restauri che portarono all’eliminazione degli altari laterali e dell’intonaco, dandole l’aspetto attuale.
Dalla ricca decorazione pittorica murale, cui partecipò nei primi anni del XIV secolo Buonamico Buffalmacco, resta solo un lacerto sul pilastro a sinistra con i Santi Bartolomeo e Francesco. La chiesa conserva anche un sarcofago romano che conteneva le spoglie del giuriconsulto pisano Burgundio (1194) ed una Madonna col Bambino e santi di Turino Vanni (XIV secolo).

 

La Chiesa è attualmente chiusa per lavori di restauro.

Indirizzo:
Bibliografia:

D. Stiaffini, La chiesa e il monastero di S. Paolo a ripa d’Arno di Pisa, in “Rivista dell’Istituto nazionale d’archeologia e storia dell’arte”, III, s.a., VI-VII, 1983-84, pp. 237-284.
F. Paliaga, S. Renzoni, Chiese di Pisa. Guida alla conoscenza del patrimonio artistico, ETS, Pisa 2005, pp. 29-31.

mappa

INFORMAZIONI UTILI

TipologiaTipologia
LUOGHI DI CULTO
CondividiCondividi:
Google

Dove mangiare

AL PONTE DELLA CITTADELLA298m

Via Di P.Ta Mare, 7 - Pisa
Tel.: 050 525396

OSTERIA SAN PAOLO301m

V. S. Paolo, 16 - Pisa
Tel.: 050 501194

RISTORANTE VOLTURNO307m

Via Volturno, 23 - Pisa
Tel.: 050 2200293

VISUALIZZA TUTTI


Dove dormire

IL GIRAMONDO248m

Via Lavagna, 22 - Pisa
Tel.: 392 9122880
E-mail: info@ilgiramondo.pisa.it
Sito: www.ilgiramondo.pisa.it

NOVANTANOVE B&B257m

via Cesare Battisti, 99 - Pisa
Tel.: 340 5468497
E-mail: info@novantanove-pisa.it
Sito: www.novantanove-pisa.it

IACOBELLI CAMERE319m

Via Nino Bixio, 7 - Pisa
Tel.: 050 40705 - 335 1229
E-mail: iacobelli.sandro@tiscali.it

VISUALIZZA TUTTI


PROSSIMI EVENTI

IN VIAGGIO CON VESPA

DAL 22 APR AL 04 GIU 2016 Pontedera - Museo Piaggio

Maggio in Blu

DAL 03 MAG AL 16 GIU 2016 Pisa - Blu Cafè

Festa delle lucciole

DAL 27 MAG AL 28 MAG 2016 Pisa - Coltano

"A Taste of Nature"

DAL 21 MAG AL 29 MAG 2016 Pisa - Parco Regionale Migliarino, San Rossore, Massaciuccoli