Facciata - Chiesa di San Michele in Borgo (Lucarelli, wikimediacommons) photogallery Facciata - Chiesa di San Michele in Borgo (Lucarelli, wikimediacommons)

Questa zona di Pisa sembra essere occupata già in età etrusca e romana, come suggeriscono alcuni ritrovamenti archeologici. La chiesa e l’annesso monastero sono, invece, citati dal 1016, quando la cappella che qui sorgeva fu trasformata e dedicata all’arcangelo Michele ad opera del monaco benedettino Bono.
Il complesso passò ai monaci Camaldolesi tra il 1105 e il 1111, e vi rimase fino al 1782, anno della soppressione, in seguito alla quale la chiesa fu trasformata in Prioria. L’attuale edificio è il risultato di una lunga serie di rimaneggiamenti, iniziati nel XIII secolo e proseguiti con la trasformazione del campanile medievale, avvenuta nel 1676, il riadattamento tardo-barocco di metà XVIII secolo e la ristrutturazione successiva al terremoto del 1846, fino alla ricostruzione post-bellica terminata nel 1963.
La facciata con paramento marmoreo è trecentesca, ed è caratterizzata nella parte inferiore da tre portali: il centrale è sormontato da un’edicola gotica, che incornicia la Madonna col Bambino, angeli e l'abate offerente di Lupo di Francesco (originali al Museo di S. Matteo), e da una parte superiore con tre ordini di loggette. Le scritte leggibili nella parte inferiore della facciata sono riferite ad un’elezione del Rettore dell’Università risalente ai primi anni del XVII secolo.
Le tre navate interne sono sorrette da colonne con capitelli romanici, mentre l’altare maggiore è costruito sopra la cripta del XI-XII secolo. Qui si può osservare un Crocifisso trecentesco attribuito a Nino Pisano; per il resto vi si conservano affreschi e dipinti databili tra il XIII ed il XVIII secolo.
Due diversi scavi archeologici, uno antistante ed uno retrostante la chiesa, hanno rispettivamente portato alla luce una strada in mattoni di XIII secolo e le strutture del monastero tardo duecentesco, un pozzo di età moderna e dieci silos cinque-seicenteschi, utilizzati per conservare il grano.

Testi a cura della Società storica Pisana - (F. Anichini)
Ultimo aggiornamento 18/06/2013
Indirizzo: Borgo Stretto, 8-12, 56127 Pisa
Itinerari collegati: Piazza dei Miracoli
Bibliografia:

F. Paliaga, S. Renzoni, Chiese di Pisa. Guida alla conoscenza del patrimonio artistico, ETS, Pisa 2005, pp. 66-69.

F. Redi et alii, San Michele in Borgo (Pisa). Rapporto preliminare, 1986, in “Archeologia Medievale”, XIV (1987), pp. 319-368.

NELLO STESSO ITINERARIO PIAZZA DEI MIRACOLI

Statua di Ulisse Dini - Via Ulisse Dini (G. Gattiglia) Statua di Ulisse Dini - Via Ulisse Dini (G. Gattiglia)
La strada è intitolata al matematico e senatore pisano (1845-1918), cui è dedicata la ...
leggi tutto
Statua - Piazza dei Cavalieri (D. Tarantino) Statua - Piazza dei Cavalieri (D. Tarantino)
La piazza è frutto di un’opera urbanistica voluta da Cosimo I nel 1558 ed affidata a ...
leggi tutto
Facciata e ingresso del Museo - Orto Botanico (D. Tarantino) Facciata e ingresso del Museo - Orto Botanico (D. Tarantino)
Realizzato tra il 1543 e il 1544 da Cosimo I de’ Medici e su iniziativa del botanico ...
leggi tutto
Facciata - Chiesa di San Giorgio dei Tedeschi (D. Tarantino) Facciata - Chiesa di San Giorgio dei Tedeschi (D. Tarantino)
La denominazione della chiesa rimanda alla battaglia di Montecatini (1315), durante ...
leggi tutto
Bambino in fasce sopra il portale - Ospizio dei Trovatelli (F. Anichini) Bambino in fasce sopra il portale - Ospizio dei Trovatelli (F. Anichini)
La costruzione dell’Ospizio dei Trovatelli viene fatta risalire al 1315, annesso alla ...
leggi tutto
Battistero di San Giovanni  (Antonio Alberti) Battistero di San Giovanni  (Antonio Alberti)
La fondazione del battistero si data al 1152, ma la sua costruzione ha avuto una ...
leggi tutto
Edificio - Campo Santo Monumentale (A. Alberti) Edificio - Campo Santo Monumentale (A. Alberti)
Il cimitero della Cattedrale fu iniziato nel 1277, per opera di Giovanni di Simone, ...
leggi tutto
Facciata - Cattedrale di Santa Maria (A. Alberti) Facciata - Cattedrale di Santa Maria (A. Alberti)
La prima attestazione della cattedrale risale al 748, anche se la prima attestazione ...
leggi tutto
Walking in the City

Chiesa di San Michele in Borgo

Facciata - Chiesa di San Michele in Borgo (Lucarelli, wikimediacommons)

Questa zona di Pisa sembra essere occupata già in età etrusca e romana, come suggeriscono alcuni ritrovamenti archeologici. La chiesa e l’annesso monastero sono, invece, citati dal 1016, quando la cappella che qui sorgeva fu trasformata e dedicata all’arcangelo Michele ad opera del monaco benedettino Bono.
Il complesso passò ai monaci Camaldolesi tra il 1105 e il 1111, e vi rimase fino al 1782, anno della soppressione, in seguito alla quale la chiesa fu trasformata in Prioria. L’attuale edificio è il risultato di una lunga serie di rimaneggiamenti, iniziati nel XIII secolo e proseguiti con la trasformazione del campanile medievale, avvenuta nel 1676, il riadattamento tardo-barocco di metà XVIII secolo e la ristrutturazione successiva al terremoto del 1846, fino alla ricostruzione post-bellica terminata nel 1963.
La facciata con paramento marmoreo è trecentesca, ed è caratterizzata nella parte inferiore da tre portali: il centrale è sormontato da un’edicola gotica, che incornicia la Madonna col Bambino, angeli e l'abate offerente di Lupo di Francesco (originali al Museo di S. Matteo), e da una parte superiore con tre ordini di loggette. Le scritte leggibili nella parte inferiore della facciata sono riferite ad un’elezione del Rettore dell’Università risalente ai primi anni del XVII secolo.
Le tre navate interne sono sorrette da colonne con capitelli romanici, mentre l’altare maggiore è costruito sopra la cripta del XI-XII secolo. Qui si può osservare un Crocifisso trecentesco attribuito a Nino Pisano; per il resto vi si conservano affreschi e dipinti databili tra il XIII ed il XVIII secolo.
Due diversi scavi archeologici, uno antistante ed uno retrostante la chiesa, hanno rispettivamente portato alla luce una strada in mattoni di XIII secolo e le strutture del monastero tardo duecentesco, un pozzo di età moderna e dieci silos cinque-seicenteschi, utilizzati per conservare il grano.

Indirizzo:
Bibliografia:

F. Paliaga, S. Renzoni, Chiese di Pisa. Guida alla conoscenza del patrimonio artistico, ETS, Pisa 2005, pp. 66-69.

F. Redi et alii, San Michele in Borgo (Pisa). Rapporto preliminare, 1986, in “Archeologia Medievale”, XIV (1987), pp. 319-368.

mappa

INFORMAZIONI UTILI

TipologiaTipologia
LUOGHI DI CULTO
CondividiCondividi:
Google

Dove mangiare

BENEDETTI ALESSANDRO33m

Via Dellʼ Aeroporto, 43 - Pisa
Tel.: 050 502268

PISAKECH DI ROMBOLI MARIA & C. SAS33m

Via Pisano Andrea, 71 - Pisa
Tel.: 050 532318

JACS DI ALBERTO MINCHIELLI E GIULIO TADDEI SNC33m

Piazza Del Pozzetto, 5 - Pisa
Tel.: 050 9914672

VISUALIZZA TUTTI


Dove dormire

PONTE DI MEZZO49m

Piazza Garibaldi, 12 - Pisa
Tel.: 349 0880688
E-mail: info@pontedimezzo.com
Sito: www.pontedimezzo.com

LE DONZELLE DI VETTOVAGLIE B & B63m

Vicolo delle Donzelle, 3 - Pisa
Tel.: 329 8026760
E-mail: niccolain@hotmail.com
Sito: www.bbledonzelle.com

RELAIS DEI MERCANTI106m

Piazza Sant\'Omobono, 16 - Pisa
Tel.: 050 5202135
E-mail: relaisdeimercanti@gmail.com
Sito: www.relaisdeimercanti.it

VISUALIZZA TUTTI


PROSSIMI EVENTI

Mostra "resurrectio - tributo ai monti pisani"

DAL 18 MAG AL 08 NOV 2019
Pisa, Meeting Art Craft Center

Mostra "Gipi. Storie d'artista" a Palazzo Blu

DAL 30 LUG AL 13 OTT 2019
Pisa, Palazzo Blu

"Archetipi spirituali" di Anna Chromy

DAL 20 SET AL 10 NOV 2019
Pisa, centro città

Bright 2019 - la notte dei ricercatori

IL 27 SET 2019
Pisa, centro città