Facciata - Chiesa di San Giorgio dei Tedeschi (D. Tarantino) photogallery Facciata - Chiesa di San Giorgio dei Tedeschi (D. Tarantino)

La denominazione della chiesa rimanda alla battaglia di Montecatini (1315) durante la quale alcuni soldati tedeschi avrebbero immolato le proprie vite, affiancando le milizie pisane. Proprio in loro onore, nel 1317, una confraternita tedesca fondò l’edificio sacro, decorandolo con le armi di tali cavalieri (pitture rimosse entro il 1643).
Nel 1414 l’edificio fu annesso all’Ospedale dei Trovatelli e, rinominato San Giorgio degli Innocenti, assunse le funzioni di cappella dell’adiacente istituzione ospedaliera. In seguito, sia questa chiesa che l’Istituto, saranno governati dall’Ospedale degli Innocenti di Firenze (1567) per passare, infine, alle dipendenze degli Ospedali Riuniti di Santa Chiara (1784), attuali proprietari che, dal 1989, hanno concesso l’edificio all’Istituzione dei Cavalieri del Santo Sepolcro.
L’intera struttura è costruita in laterizio. Una cortina di mattoncini rossi ritma la facciata cuspidata, mossa da una teoria di archetti ciechi e dalla bifora. All’interno della lunetta sovrastante la porta d’ingresso, troviamo un affresco della Sacra Famiglia (1932) dipinto alla maniera trecentesca da Curzio Rossi. Anche il lato destro della chiesa è decorato da archetti ciechi e da bifore. Al di sopra della copertura si innalza il campanile a vela.
All’interno, un’unica aula è coronata dal soffitto ligneo a cassettoni (inizi XIX secolo) e lungo le pareti si susseguono copie ottocentesche degli ovali dipinti intorno al 1773 da Giovanni Stella e Giuseppe Soldaini, ove sono raffigurati Cristo, Madonna e Santi. Sulla parete sinistra l’altare in marmi policromi (1722) è sormontato dalla tela raffigurante la Strage degli Innocenti di Domenico Ceuli. In alto sono collocati due dipinti settecenteschi di Giovan Battista Fanucci e, alla sinistra dell’altare maggiore, troviamo l’Immacolata Concezione di ignoto autore settecentesco.

Testi a cura della Società storica Pisana - (M. Zampetti)
Ultimo aggiornamento 18/06/2013
Indirizzo: Via Santa Maria, 102-108, 56126 Pisa
Itinerari collegati: Piazza dei Miracoli
Bibliografia:

F. Paliaga, S. Renzoni, Chiese di Pisa. Guida alla conoscenza del patrimonio artistico, ETS, Pisa 2005, pp. 119-120.

L. Carletti, C. Giometti, Una Chiesa ai margini. San Giorgio dei Tedeschi a Pisa tra storia materiale e storia della tutela, ETS, Pisa 2009.

NELLO STESSO ITINERARIO PIAZZA DEI MIRACOLI

Statua - Piazza dei Cavalieri (D. Tarantino) Statua - Piazza dei Cavalieri (D. Tarantino)
La piazza è frutto di un’opera urbanistica voluta da Cosimo I nel 1558 ed affidata a ...
leggi tutto
Facciata e ingresso del Museo - Orto Botanico (D. Tarantino) Facciata e ingresso del Museo - Orto Botanico (D. Tarantino)
Realizzato tra il 1543 e il 1544 da Cosimo I de’ Medici e su iniziativa del botanico ...
leggi tutto
Bambino in fasce sopra il portale - Ospizio dei Trovatelli (F. Anichini) Bambino in fasce sopra il portale - Ospizio dei Trovatelli (F. Anichini)
La costruzione dell’Ospizio dei Trovatelli viene fatta risalire al 1315, annesso alla ...
leggi tutto
Battistero di San Giovanni  (Antonio Alberti) Battistero di San Giovanni  (Antonio Alberti)
La fondazione del battistero si data al 1152, ma la sua costruzione ha avuto una ...
leggi tutto
Edificio - Campo Santo Monumentale (A. Alberti) Edificio - Campo Santo Monumentale (A. Alberti)
Il cimitero della Cattedrale fu iniziato nel 1277, per opera di Giovanni di Simone, ...
leggi tutto
Facciata - Cattedrale di Santa Maria (A. Alberti) Facciata - Cattedrale di Santa Maria (A. Alberti)
La prima attestazione della cattedrale risale al 748, anche se la prima attestazione ...
leggi tutto
La torre pendente (A. Alberti) La torre pendente (A. Alberti)
Il 9 agosto 1173 iniziarono i lavori di fondazione della torre campanaria della ...
leggi tutto
Interno - Museo delle Sinopie (Joanbanjo, wikimediacommons) Interno - Museo delle Sinopie (Joanbanjo, wikimediacommons)
Il museo ha sede nell’antico Spedale Nuovo, sorto come pellegrinaio a opera di ...
leggi tutto
Walking in the City

Chiesa di San Giorgio dei Tedeschi

Facciata - Chiesa di San Giorgio dei Tedeschi (D. Tarantino)

La denominazione della chiesa rimanda alla battaglia di Montecatini (1315) durante la quale alcuni soldati tedeschi avrebbero immolato le proprie vite, affiancando le milizie pisane. Proprio in loro onore, nel 1317, una confraternita tedesca fondò l’edificio sacro, decorandolo con le armi di tali cavalieri (pitture rimosse entro il 1643).
Nel 1414 l’edificio fu annesso all’Ospedale dei Trovatelli e, rinominato San Giorgio degli Innocenti, assunse le funzioni di cappella dell’adiacente istituzione ospedaliera. In seguito, sia questa chiesa che l’Istituto, saranno governati dall’Ospedale degli Innocenti di Firenze (1567) per passare, infine, alle dipendenze degli Ospedali Riuniti di Santa Chiara (1784), attuali proprietari che, dal 1989, hanno concesso l’edificio all’Istituzione dei Cavalieri del Santo Sepolcro.
L’intera struttura è costruita in laterizio. Una cortina di mattoncini rossi ritma la facciata cuspidata, mossa da una teoria di archetti ciechi e dalla bifora. All’interno della lunetta sovrastante la porta d’ingresso, troviamo un affresco della Sacra Famiglia (1932) dipinto alla maniera trecentesca da Curzio Rossi. Anche il lato destro della chiesa è decorato da archetti ciechi e da bifore. Al di sopra della copertura si innalza il campanile a vela.
All’interno, un’unica aula è coronata dal soffitto ligneo a cassettoni (inizi XIX secolo) e lungo le pareti si susseguono copie ottocentesche degli ovali dipinti intorno al 1773 da Giovanni Stella e Giuseppe Soldaini, ove sono raffigurati Cristo, Madonna e Santi. Sulla parete sinistra l’altare in marmi policromi (1722) è sormontato dalla tela raffigurante la Strage degli Innocenti di Domenico Ceuli. In alto sono collocati due dipinti settecenteschi di Giovan Battista Fanucci e, alla sinistra dell’altare maggiore, troviamo l’Immacolata Concezione di ignoto autore settecentesco.

Indirizzo:
Bibliografia:

F. Paliaga, S. Renzoni, Chiese di Pisa. Guida alla conoscenza del patrimonio artistico, ETS, Pisa 2005, pp. 119-120.

L. Carletti, C. Giometti, Una Chiesa ai margini. San Giorgio dei Tedeschi a Pisa tra storia materiale e storia della tutela, ETS, Pisa 2009.

mappa

INFORMAZIONI UTILI

TipologiaTipologia
LUOGHI DI CULTO
CondividiCondividi:
Google

Dove mangiare

RISTORANTE L'EUROPEO39m

177, Via Santa Maria - Pisa
Tel.: 050 560531

VALENZA GIOVANNA49m

Via Galli Tassi Angelo, 6 - Pisa
Tel.: 050 560660

ANTICA TRATTORIA ANTONIETTA52m

Via Santa Maria, 179 - Pisa
Tel.: 050 561810

VISUALIZZA TUTTI


Dove dormire

WINDOW TO THE TOWER9m

Via Santa Maria, 165 - Pisa
Tel.: 333 4643062
E-mail: windowtothetower@gmail.com
Sito: www.windowtothetower.com

GRAND HOTEL DUOMO68m

Via Santa Maria, 94 - Pisa
Tel.: 050 825088
E-mail: info@grandhotelduomo.it
Sito: www.grandhotelduomo.it

HELVETIA68m

Via Don Gaetano Boschi, 31 - Pisa
Tel.: 050 553084
E-mail: helvetiapisatower@gmail.com
Sito: www.pensionehelvetiapisa.com

VISUALIZZA TUTTI


PROSSIMI EVENTI

EXPLORE SULLA LUNA E OLTRE

DAL 29 MAR AL 21 LUG 2019
Pisa, Palazzo Blu

mostra su Alfred Hitchcock al museo della Grafica

DAL 09 APR AL 01 SET 2019
Pisa, Museo della Grafica

Mostra "resurrectio - tributo ai monti pisani"

DAL 18 MAG AL 08 NOV 2019
Pisa, Meeting Art Craft Center

Marenia non solo mare 2019

DAL 04 GIU AL 30 AGO 2019
Pisa, Tirrenia