Ingresso - Cappella di Sant'Agata (M. Febbraro) photogallery Ingresso - Cappella di Sant'Agata (M. Febbraro)

La prima attestazione di questa cappella è del 1132. Si trova nelle immediate vicinanze della chiesa di S. Paolo a Ripa d’Arno, alla quale rimase collegata fino al XVI secolo, per poi passare sotto la gestione di monache benedettine del monastero adiacente.
Di piccole dimensioni, presenta una pianta ottagonale equilatera, sormontata da una cuspide piramidale, completamente in mattoni. In laterizi è realizzato anche il resto della struttura, i cui lati sono scanditi da pilastri aggettanti e da arcate cieche a tutto sesto, impostati su un basamento in pietra squadrata, la cui altezza aumenta gradualmente da est verso ovest, denotando un probabile rifacimento della struttura originaria.
Nel lato più occidentale che guarda verso S. Paolo si colloca l’ingresso, mentre nei quattro prospetti adiacenti ad esso, due per parte, si aprono trifore sorrette da una cornice in elementi modanati, con colonne e capitelli marmorei che sorreggono archi in mattoni, sormontati da un oculo. Quest’ultimo elemento si ritrova anche nei tre prospetti privi di apertura, caratterizzati da una tamponatura in muratura continua, scandita dalla stessa tipologia di cornice. Visto che nel prospetto orientale tale decorazione è alla stessa quota dei lati con finestre si può supporre che anche qui in origine potesse trovarsi una trifora, successivamente chiusa con una muratura.
Al di sotto del tetto corre per tutti i prospetti una sequenza di archi ciechi poggianti su peducci fittili, con lo specchio chiuso da due mattoni sovrapposti di foglia, dei quali, quello superiore è sagomato a semicerchio. La cappella attualmente è di proprietà comunale.

Testi a cura della Società storica Pisana - (M. Febbraro)
Ultimo aggiornamento 18/06/2013
Indirizzo: Via San Paolo, 36, 56125 Pisa
Itinerari collegati: Lungarni Sant'Antonio
Bibliografia:

F. Redi, Pisa com’era: archeologia, urbanistica e strutture materiali (V-XV secolo), GISEM - Liguori, Napoli, 1991, p. 364.
F. Paliaga, S. Renzoni, Chiese di Pisa, ETS, Pisa 2005, p. 13.

NELLO STESSO ITINERARIO LUNGARNI

Eleonora di Toledo e il figlio Francesco, Bronzino, 1549 circa - Museo Nazionale di Palazzo Reale (D. Tarantino) Eleonora di Toledo e il figlio Francesco, Bronzino, 1549 circa - Museo Nazionale di Palazzo Reale (D. Tarantino)
L’attuale aspetto di Palazzo Reale è frutto degli interventi di ripristino ...
leggi tutto
Piazza Carrara (APT di Pisa) Piazza Carrara (APT di Pisa)
Già Piazza S. ...
leggi tutto
Facciata - Palazzo Lanfreducci detto ‘Alla Giornata’ (Harlock81, wikimediacommons) Facciata - Palazzo Lanfreducci detto ‘Alla Giornata’ (Harlock81, wikimediacommons)
Il palazzo fu costruito per volere del cavaliere di Malta Fra Francesco Lanfreducci ...
leggi tutto
Facciata - Chiesa di S. Maria dei Galletti (www.lakinzica.it) Facciata - Chiesa di S. Maria dei Galletti (www.lakinzica.it)
La chiesa sorge nell’area dove era la chiesa di S. ...
leggi tutto
Scorcio - Piazza Cairoli, o della Berlina (www.toscana4u.net) Scorcio - Piazza Cairoli, o della Berlina (www.toscana4u.net)
La piazza nelle forme attuali fu realizzata all’epoca di Cosimo I de Medici sotto la ...
leggi tutto
Facciata - Chiesa di San Pietro in Vincoli (P. Fisicaro) Facciata - Chiesa di San Pietro in Vincoli (P. Fisicaro)
Nel luogo della romanica chiesa di S. Pietro in Vinculis (detta S. ...
leggi tutto
Palazzo Toscanelli (M. Zampetti) Palazzo Toscanelli (M. Zampetti)
Il primo ad acquistare l’antico edificio fu Bartolomeo Lanfranchi nel 1505. ...
leggi tutto
Ristrutturazione neo gotica - Palazzo Vecchio de’ Medici, Prefettura (M. Zampetti) Ristrutturazione neo gotica - Palazzo Vecchio de’ Medici, Prefettura (M. Zampetti)
L’edificio che si affaccia sul Lungarno Mediceo deriva dallo sviluppo volumetrico di ...
leggi tutto
Museo Nazionale di S. Matteo, il chiostro interno (http://www.pabaac.beniculturali.it) Museo Nazionale di S. Matteo, il chiostro interno (http://www.pabaac.beniculturali.it)
Il museo ha sede negli ambienti dell'antico monastero femminile di S. ...
leggi tutto
Vista della facciata e del lato meridionale - Chiesa di San Matteo (C. Balbarini) Vista della facciata e del lato meridionale - Chiesa di San Matteo (C. Balbarini)
La chiesa e l’annesso monastero, appartenenti alle monache benedettine, furono ...
leggi tutto
Walking in the City

Cappella di Sant’Agata

Ingresso - Cappella di Sant'Agata (M. Febbraro)

La prima attestazione di questa cappella è del 1132. Si trova nelle immediate vicinanze della chiesa di S. Paolo a Ripa d’Arno, alla quale rimase collegata fino al XVI secolo, per poi passare sotto la gestione di monache benedettine del monastero adiacente.
Di piccole dimensioni, presenta una pianta ottagonale equilatera, sormontata da una cuspide piramidale, completamente in mattoni. In laterizi è realizzato anche il resto della struttura, i cui lati sono scanditi da pilastri aggettanti e da arcate cieche a tutto sesto, impostati su un basamento in pietra squadrata, la cui altezza aumenta gradualmente da est verso ovest, denotando un probabile rifacimento della struttura originaria.
Nel lato più occidentale che guarda verso S. Paolo si colloca l’ingresso, mentre nei quattro prospetti adiacenti ad esso, due per parte, si aprono trifore sorrette da una cornice in elementi modanati, con colonne e capitelli marmorei che sorreggono archi in mattoni, sormontati da un oculo. Quest’ultimo elemento si ritrova anche nei tre prospetti privi di apertura, caratterizzati da una tamponatura in muratura continua, scandita dalla stessa tipologia di cornice. Visto che nel prospetto orientale tale decorazione è alla stessa quota dei lati con finestre si può supporre che anche qui in origine potesse trovarsi una trifora, successivamente chiusa con una muratura.
Al di sotto del tetto corre per tutti i prospetti una sequenza di archi ciechi poggianti su peducci fittili, con lo specchio chiuso da due mattoni sovrapposti di foglia, dei quali, quello superiore è sagomato a semicerchio. La cappella attualmente è di proprietà comunale.

Indirizzo:
Bibliografia:

F. Redi, Pisa com’era: archeologia, urbanistica e strutture materiali (V-XV secolo), GISEM - Liguori, Napoli, 1991, p. 364.
F. Paliaga, S. Renzoni, Chiese di Pisa, ETS, Pisa 2005, p. 13.

mappa

INFORMAZIONI UTILI

TipologiaTipologia
LUOGHI DI CULTO
CondividiCondividi:
Google

Dove mangiare

OSTERIA SAN PAOLO226m

V. S. Paolo, 16 - Pisa
Tel.: 050 501194

L'ANGOLO DELLA SPINA255m

Via Sant'Antonio, 24 - Pisa
Tel.: 050 23131

FLASH PIZZA DI BONOTTI MARCO272m

Via S. Antonio, 33 - Pisa
Tel.: 339 8533300,050 500733,050 541090

VISUALIZZA TUTTI


Dove dormire

IL GIRAMONDO197m

Via Lavagna, 22 - Pisa
Tel.: 392 9122880
E-mail: info@ilgiramondo.pisa.it
Sito: www.ilgiramondo.pisa.it

NOVANTANOVE B&B281m

via Cesare Battisti, 99 - Pisa
Tel.: 340 5468497
E-mail: info@novantanove-pisa.it
Sito: www.novantanove-pisa.it

IACOBELLI CAMERE282m

Via Nino Bixio, 7 - Pisa
Tel.: 050 40705 - 335 1229
E-mail: iacobelli.sandro@tiscali.it

VISUALIZZA TUTTI


PROSSIMI EVENTI

In questi giorni in cui dobbiamo tutti mostrare senso di responsabilità per l'emergenza coronavirus, non è possibile spostarsi, viaggiare e visitare i luoghi. In base alle recenti disposizioni per il contenimento dell'epidemia di COVID-19, sono stati chiusi musei, luoghi di culto, cinema, teatri, ristoranti, bar e qualsiasi altro luogo di aggregazione.

Pisa è una città amata e conosciuta in tutto il mondo, attraverso questo sito sarà possibile continuare a conoscerla virtualmente, approfondire la sua storia, i monumenti, i musei, gli angoli più nascosti in attesa di ricominciare a viaggiare e di poterci incontrare nuovamente per godere assieme la sua bellezza.

Sotto alcuni link per scoprire insieme la città pur restando a casa:

Per qualsiasi approfondimento in merito alla situazione in Toscana, intesa come destinazione turistica, consigliamo di consultare il seguente link, costantemente aggiornato: https://bit.ly/2IyE3VC"